Colpirne uno per educarne cento

 Ubriacata, probabilmente, dalle centinaia e centinaia di minchiate che ascolta ogni giorno dai politici impegnati in campagna elettorale, ho la sensazione che la gente non abbia più contezza di ciò che sta accadendo in città, soprattutto a danno delle famiglie e degli imprenditori. Provvedo perciò a colmare la lacuna, augurandomi di rendere un servigio utile ai miei concittadini.

Cominciamo con le imprese. Vivono, come ben sappiamo, una condizione di difficoltà senza precedenti. Colpa le tasse, il credito, la burocrazia, l’euro e la crisi se la passano davvero male, con redditi e fatturati in caduta libera. Ma nonostante ciò, cercano comunque di tirare avanti, in attesa di tempi migliori. 
LEGGI TUTTO

Stampa Email