A Corigliano-Rossano economia in ginocchio e famiglie in attesa del bonus alimentare

Ma il Comune affida altri 14mila euro ad una impresa di Reggio Calabria…..
“Corrado” Stasi e i suoi dilettanti allo sbaraglio, in turnèe primaverile, continuano nel loro fallimento politico

 

Si allunga la lista degli incarichi dati al di fuori della Nostra Città.

Stasi probabilmente pensa che qui non vivano avvocati capaci, economisti, tecnici, webmaster, operatori multimediali, dirigenti comunali degni di nota, e quindi preferisce rivolgersi fuori dal territorio per affidare (direttamente) incarichi e servizi per decine di migliaia di euro.

Più che episodi, ci sembra ormai chiaro che sia proprio una linea politica adottata in maniera volontaria.

Potremmo elencarne molti, ci limitiamo a qualcuno. Come dimenticare, l’incarico dato da Bagnato e confermato da Stasi ad un avvocato cosentino, per la vicenda Spezzano-illuminazione, ha visto il nostro comune prendere una prima sonora batosta legale?

E i tantissimi incarichi dati dalla giunta Stasi ad uno studio legale di Messina, mentre nel Municipio veniva smantellato l’Ufficio Legale che passava da cinque avvocati in grado di seguire processi e costituirsi, ad uno solo?

Questa amministrazione non è in grado di distribuire i fondi per i bonus alimentari che ha già in cassa, ma affida, sempre con incarico diretto, ad una impresa di Lamezia Terme, la Algostream  i servizi per la raccolta informatica delle domande per la distribuzione dei bonus…che però non si distribuiscono!

Siccome, poi, a Corigliano-Rossano non esercitano operatori di produzioni multimediali, Stasi e l’allegra comitiva è arrivata fino a Pietraperzia (Enna) per affidare, sempre direttamente (ci mancherebbe) i servizi di ripresa, collegamento e trasmissione dei lavori del consiglio comunale alla locale Microvision srl.

Dopo tanti autorevoli rifiuti, dovuti probabilmente alla percezione della sgangheratezza istituzionale dell’amministrazione Stasi, si è conclusa con la nomina, quale dirigente ex articolo 110 del settore economico-finanziario della terza città della Calabria,  di un ispettore direttivo del comune di  Feroleto Antico, in provincia di Catanzaro.

Il dott. Fragale,  questo è il nome del neo dirigente feroletano, che ha lì ben amministrato un bilancio circa trenta volte minore di quello di Corigliano-Rossano, pare vivamente consigliato a Stasi dal segretario Lo Moro, costerà alla nostra comunità poco meno di 200mila euro in due anni. Cifra che sarebbe potuta essere interamente risparmiataalla collettività, attingendo alle presenti risorse interne.

E proprio il dott. Fragale, con determina n°51 del 19 maggio 2020, impegnando 14mila euro, affida adeguandosi pienamente alla politica extraterritoriale stasiana “ per supporto tecnico-specialistico…per la redazione del Conto di Bilancio, Conto Economico, e Stato Patrimoniale per l’esercizio 2019” alla Immedia spa di Reggio Calabria-Catania.

 Ma per questo, non avevamo assunto Fragale?

Stampa Email