Ariosto,dislocamento in 3 plessi comunali


Stasi:soluzione frutto di confronto e partecipazione. Inizia una nuova stagione di edilizia scolastica.
CORIGLIANO-ROSSANO  – Gli alunni della Ariosto saranno dislocati nei tre plessi scolastici di proprietà comunale: Rodari, Amerise e Villaggio Frassa. – Sarà garantito il servizio di scuolabus dal plesso che sarà oggetto di ricostruzione a Villaggio Frassa, con lo scopo di mitigare il più possibile i disagi per le famiglie. Le soluzioni sono state condivise con dirigenti e genitori. Sono questi i principali passaggi della lettera aperta che il Sindaco Flavio Stasi rivolge alla Città

 ribadendo come anche in questa vicenda il metodo preferito sia stato quello del coinvolgimento, dell’ascolto e del confronto. Ora inizia una stagione di nuova edilizia scolastica in Città.

LETTERA APERTA
 
Una giornata di incontri, di sopralluoghi, di verifiche e decisioni. Nelle grandi difficoltà che sta causando la chiusura forzata della Scuola Ariosto, sono però contento di due cose: l’inizio di una nuova stagione di edilizia scolastica per la città ed il percorso di collaborazione e partecipazione che abbiamo avviato in questi giorni, con i dirigenti scolastici e con i rappresentanti dei genitori della Ariosto.
 
Così come ho avuto modo di dire questa mattina, dopo aver fatto insieme a tutti loro gli ultimi sopralluoghi, quando ci siamo fermati alcuni minuti per un confronto: è evidente che non esiste una soluzione che soddisfi tutti al 100%, perché ogni scelta ha i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi, ma credo che sia importante aver condiviso i propri punti di vista ed aver ascoltato quello degli altri. Questa cosa è, dal mio modesto punto di vista, più importante di molte altre: si chiama partecipazione. Richiede tempo e fatica, non tutti sono pronti a riconoscerla perché non risolve i problemi immediati, ma previene quelli del futuro e contribuisce a costruire una comunità consapevole e matura.
 
Alla fine, ovviamente, dopo aver ascoltato, ad avere l’onere e l’onore della decisione è chi ha la responsabilità di amministrare, ed abbiamo scelto di dislocare gli studenti della Ariosto in tre plessi scolastici di proprietà comunale: il Rodari, la Amerise e Villaggio Frassa che fa parte dell’istituto Don Bosco. Questa soluzione ha il vantaggio di spostare i ragazzi in edifici e locali già adibiti a scuola, e seppur ha lo svantaggio di frammentare la comunità scolastica, abbiamo ritenuto fosse la scelta migliore. Da domani gli uffici inizieranno i sopralluoghi per eventuali lavori da fare negli spazi e poi procederanno a traslocare il materiale scolastico ed avere tutto pronto per mercoledì prossimo.
 
Nel pomeriggio, nonostante non fossi stato ottimista questa mattina, siamo anche riusciti ad organizzare un minimo servizio di scuolabus dal plesso Ariosto a Villaggio Frassa, con lo scopo di mitigare il più possibile i disagi per le famiglie, e so che la dirigente si impegnerà anche a rimodulare gli orari per agevolare genitori e docenti.
 
Certo i disagi ci saranno: come detto nessuna scelta poteva soddisfare tutti al 100%. Per questo contiamo sulla disponibilità di tutti, invitiamo le famiglie a fare rete e continuare questo importante percorso di collaborazione, che comunque condurrà ad un obiettivo importante: inaugurare una stagione di nuova e moderna edilizia scolastica di Corigliano-Rossano, dal momento che abbiamo già deciso ed avviato la procedura per demolire e costruire una “nuova Ariosto”, con spazi comuni, attrezzature moderne, le più innovative tecnologie antisismiche ed un crono programma dei lavori. Si tratta della prima, non dell’unica nuova scuola che nascerà a Corigliano-Rossano, ed abbiamo anche il compito di vigilare affinché i tempi siano quelli corretti, quelli di una città normale. Non posso non ringraziare i dirigenti scolastici Cosentino e Guzzo per aver messo a disposizione gli spazi assegnati ai propri istituti.  

Stampa Email