Chiusura reparti e tagli alla sanità, “Riscatto Popolare” è pronta alla mobilitazione

“Ben venga la mobilitazione popolare per dire basta alle continue notizie di soppressioni e tagli alla sanità, di chiusura di reparti ospedalieri, di ulteriori penalizzazioni alla già precaria assistenza ai cittadini-utenti del comune di Corigliano Rossano e dell’intera provincia di Cosenza. Come Laboratorio politico-culturale di Centrodestra recentemente costituitosi, siamo più che d’accordo all’idea di scendere in piazza, invitando l’intera popolazione a fare lo stesso, dando seguito ai fatti rispetto alle promesse scritte sui social”.

È quanto dichiara “Riscatto Popolare” – gruppo fondato da Alfonso Falcone, Maurizio Marghella, Ciro Iaquinta, Gianluca Russo, Antonio Garasto, Maurizio Russo, Luigi De Biase, Luigi Salerno, Alberto Sapia, Giorgio Orlando e tanti altri operosi cittadini di Corigliano Rossano – in merito alla questione sanità al centro dell’attuale dibattito politico-istituzionale.

“Grazie all’intervento del Sindaco, si è scongiurato il blocco dei ricoveri nei reparti di Pediatria e Ostetricia dell’Ospedale “Guido Compagna” di Corigliano, ma si tratta, com’è ovvio, di una soluzione-tampone, che non risolve definitivamente il problema. Tra qualche giorno si riproporrà la medesima situazione, con questo o quel problema da affrontare e qualche reparto da salvare all’ultimo minuto. Diciamo sì – affermano da “Riscatto Popolare” – ad una mobilitazione permanente che richiami l’attenzione delle preposte istituzioni, abbandonando la politica da tastiera e dando voce alle istanze della gente comune, motivo per il quale il nostro gruppo è nato. Siamo pronti a condividere questo percorso con chi la pensa allo stesso modo e a farci promotori di manifestazioni di protesta e di proposta”.

Fabio Pistoia

Stampa Email