Il nuovo corso di Fratelli d’Italia, il gruppo di Campolo pensa alle Regionali

Politica, tempo di strategie e ri-costruzioni in vista delle imminenti Regionali. Partiti e movimenti sono in fervida attesa di conoscere la designazione ufficiale e definitiva dei candidati alla presidenza di una regione complessa e gravata da mille problemi qual è la Calabria.

In quest’ottica Fratelli d’Italia, forza politica guidata a livello nazionale dall’onorevole Giorgia Meloni, sta facendo proseliti un po’ ovunque, forte del consenso di quanti, delusi da Forza Italia e non riconoscendosi pienamente nelle posizioni della Lega, bensì alla ricerca di un patrimonio identitario da custodire e valorizzare, credono in questo progetto di Destra sociale, plurale e moderna. Un trend in positivo che si registra anche nell’area urbana di Corigliano, dove la recente adesione del già consigliere comunale e provinciale Gioacchino Campolo e del suo “storico” gruppo di riferimento, assai radicato in città soprattutto tra i giovani professionisti, ha smosso non poco le acque della politica nostrana.
I giovani, già. È anche in tal senso che Campolo ha deciso di aderire a Fratelli d’Italia: “Si tratta di un ritorno a casa, a quel percorso umano e politico che ci ha visto protagonisti di emozionanti esperienze sia a Corigliano che tra i cubi dell’Università della Calabria, rispettivamente con Azione Giovani e Azione Universitaria, per riannodare i fili di un cammino con quella che è una “famiglia” politica nella quale ci si rispecchia per militanza e condivisione di metodi e valori”.
Il neonato gruppo coriglianese targato Fratelli d’Italia non intende rinnegare nessuno, consapevole dell’importanza e del bagaglio culturale di donne e uomini che hanno fatto la storia del partito e della coalizione di Centrodestra più in generale, ma è altresì consapevole che è giunto un momento di non-ritorno. È il tempo di intercettare nuovi linguaggi, con l’impegno diretto di professionisti e giovani animati da passione politica, nell’ambito di un’offerta all’elettorato nuova, propositiva, ricca di stimoli e aperta alla sensibilità e al contributo di tutti.
Significativo, in tal senso, il “Manifesto dei quarantenni” più volte auspicato dall’onorevole Fausto Orsomarso, consigliere regionale di Fratelli d’Italia e unanimemente ritenuto tra i protagonisti del ricambio generazionale del Centrodestra in Calabria, capace di favorire l’inclusione nel solco di un cammino politico improntato al rinnovamento. Ed è proprio Orsomarso il naturale punto di riferimento di Campolo e del suo gruppo, alla luce dell’analogia di istanze prospettate e visione politica condivisa. Le prossime settimane saranno decisive, dunque, per la strutturazione del partito in ambito coriglianese e per le “sfide” da affrontare insieme.
Fabio Pistoia 

Stampa Email