Promenzio (CeP): Stasi, «Sulla Sanità sgarbo istituzionale e regole zero»

Domandina semplice semplice: con tutte le difficoltà ereditate dal passato, con tutto ciò che di drammatico e aleatorio sta accadendo (vedasi ultima - tristissima -vicenda del Pronto Socccorso di Corigliano), per la complessità dei problemi in cui versa la sanità a Corigliano-Rossano, poteva servire al Sindaco un Consiglio Comunale unito e compatto che gli desse (ancora più) forza contrattuale verso Cotticelli e il Dipartimento regionale? Risposta: certamente NO! 

 

Poteva servire mostrare alla Calabria che questa Città, sui temi che interessano tutti, sa lottare senza dividersi (vedi questione 106)? Evidentemente NO! Poteva al sindaco servire mostrare che siamo davvero in una fase politica nuova, nella quale la Comunità politica ed amministrativa non vivono, per il Bene Comune, momenti di disgregazioni e esclusioni. O, forse, poteva servire anche qualche modesto contributo personale e politico di chi vive e lavora nella Sanità? Neppure! Quindi, si incontrano i sindaci del territorio senza includere e avvertire nessuno, senza coinvolgere parti sociali ( manco quei sindacalisti amici del Sindaco, ora in pallido ed imbarazzato mutismo) o alcun operatore del settore. Non si pensa minimante per tempo di svolgere consiglio comunale ad hoc per stilare (TUTTI INSIEME!) linee politiche e richieste per uscire da questa angoscia sanitaria. E se fosse stato un problema di ristrettezza di tempi, perchè non convocare una conferenza dei capigruppo urgente? Non avremmo certo fatto mancare il nostro contributo! Invece, il nostro Sindaco “not-all inclusive”, se ne frega, elabora le sue politiche da sottoporre agli altri primi cittadini ed il resto della Città le apprende da un comunicato stampa, “dimenticando” persino di invitare alla riunione i consiglieri comunali di opposizione!! Bel cambiamento, non c’è che dire! Dai media abbiamo costatato la presenza di due consiglieri di maggioranza, Rotondo e Degaetano, a cui va il nostro ( autentico e non sarcastico) ringraziamento per averci in qualche modo rappresentato e quindi, per aver reso pubblico che anche a Corigliano-Rossano esistono i Consiglieri Comunali. Però, in aggiunta, sempre dalle foto circolate, abbiamo notato che il Sindaco, alla faccia dellesue sbandierate Regole e Trasparenza, si è accompagnato ( seduto alla sua destra) ad un giovane che ormai da settimane, viaggia indisturbato per le sedi comunali di Corigliano e Rossano, utilizza regolarmente strumenti dell’amministrazione, cammina spesso con atti e fascicoli pubblici sotto braccio, si occupa di organizzazione con grande naturalezza e di cui, almeno i Rappresentati di Civico e Popolare ignorano ufficialmente le così tanto delicate mansioni istituzionali. Eppure, nei meandri del Municipio, in ogni sede, si fanno sempre più insistenti le ipotesi sul ruolo che la persona in questione riveste: Una prima teoria, molto diffusa, sostiene che sia il nuovo Vicesindaco, al posto di Malvolta, sostituito in gran segreto e nottetempo da Stasi, dopo le multiple manifestazioni di assenza della pur minima capacità politica del Vice, tra l’altro ancora in gita scolastica. L’altra voce è quella che invece lo vorrebbero in un prossimo futuro, rimpiazzare la Comunicazione ufficiale comunale. Attenderemo, pazienti, chiarimenti...E comunque, a proposito di garbo istituzionale, ancora complimenti: i consiglieri di minoranza non si invitano ad un incontro così importante ma sconosciuti istituzionali, sì!
Peccato che l’esclusione da parte del Sindaco,ci costringa a sottoporre autonomamente a Cotticelli le nostre proposte sulla Sanità di Corigliano-Rossano, mostrando, con responsabilità evidenti, ancora una volta, una comunità frazionata.
Questa vicenda, di piccolo cabotaggio, siamo certi servirà da riflessione definitiva a tutti coloro che ancora, ingenuamente, ci chiedono il perchè non si collabori con questa giunta...
Al nostro Sindaco, non ci resta che consigliare l’ascolto delll’eterno Rino Gaetano : “ ..bisogna nuotare, lo sai anche tu, chi nuota solo, affoga di più” ( Nuoto a Farfalla)


Gruppo Consiliare di Civico e Popolare
Il Capogruppo Gino Promenzio

Stampa Email