Risposta del gruppo Corigliano Rossano in Movimento all'Associazione Basta Vittime sulla 106

“Non hanno fatto…non hanno detto…non hanno permesso…non hanno chiesto…”ma a chi si attribuiscono tali poteri??? Ho già più volte fatto notare al signor Fabio Pugliese che il suo accanimento politico contro il Movimento 5 stelle rasenta il ridicolo e soprattutto ridicolizza quello che dovrebbe essere il suo ruolo all'interno di un Associazione che porta un nome a noi tutti caro “Basta vittime sulla 106”…e questo dispiace a noi tutti, dispiace alle famiglie delle vittime, dispiace all'associazionismo in genere.

Politicizzare un argomento così angusto è da gente che probabilmente ha ben altri obiettivi da raggiungere…Non si spiega infatti perché questo signore pur di attaccare il Movimento inventa magagne, manovre , sotterfugi inesistenti…Probabilmente espone un dettato di cui non conosce nemmeno le argomentazioni perché aspettarsi miracoli da persone al lavoro da pochi mesi su un opera che ha visto posare la sua prima pietra nel 1928 non solo è ridicolo ma rasenta il delirio…Rispondo non per simpatia o tutela dei nostri parlamentari ma per OGGETTIVA obiettività…si sono succedute classi dirigenziali di alta elevatura politica negli ultimi anni eppure lei pretende che in pochi mesi tutti i fallimenti registrati negli ultimi ventanni svaniscano solo perché lo decide il sign.Fabio Pugliese.Mi rammarico di tutto questo perché ogni metro della 106 ha una lacrima di ognuno di noi…la percorriamo,la viviamo, la odiamo…ma non la strumentalizziamo per un ignobile politica di potere…Il ministro Toninelli è venuto in Calabria per dei tavoli di lavori e che qualcuno lo abbia incontrato o meno non è stato per previsione strategica o subdolo raggiro…i lavori, le delibere, i progetti, i finanziamenti non si decidono in un incontro …si parla, si discute, si propone…ma il pulsante START è dislocato altrove…e lei dovrebbe saperlo.Tutto quello che espone in questo comunicato è pura menzogna…io ero lì ed ho ascoltato…si è parlato dello sblocco del 3 megalotto da qui a pochi mesi…si è parlato del porto di Gioia Tauro e di Corigliano, si è parlato di strade provinciali affidate ad Anas, si è parlato di quasi 800milioni di euro da investire nel tratto Sibari -Crotone con l'eventualità di una progettazione di un 4 megalotto o quantomeno di una bretella a due corsie evitando inutili varianti o insignificanti allargamenti che non risolvono il problema.Le proposte ci sono state ed il ministro Toninelli si è detto pronto a valutarle e a ritornare tra qualche mese.Si è assunto un impegno che in Calabria in pochi si sono presi la briga di gestire…di chi è la colpa?Riguardo alle trattative con Trenitalia mi dispiace che si parli senza cognizione di causa…Abbiamo una differenza abissale di trattamento tra il resto della nazione ed il Sud Italia…c'è un palese gioco di interessi tra Trenitalia e le società di autobus che è visibile agli occhi di tutti tranne a quelli del sign.Pugliese e invece di incitare alla parità, ad una viabilità decente,al diritto del cittadino di potersi muovere rapidamente, al ripristino di collegamenti che ci emarginano , ci isolano, ci allontanano dal resto del mondo…ci viene chiesto di accontentarci…lei che dovrebbe essere il primo a chiedere la diminuizione dei trasporti su gomma visto lo stato attuuale delle nostre strade e la conseguente pericolosità dei viaggi in autobus, proprio lei sostiene Trenitalia e taglia l'ipotesi del freccia argento proponendo un misero intercity…ma è uno scherzo?Provate a fare 2 conti sugli incassi dei viaggi in autobus…calcolate anche la rinuncia di chi per la scomodità dei trasporti ignora completamente i nostri territori…forse non sarà poi così sconveniente il freccia argento…invece di mirare al Freccia Rossa dobbiamo indietreggiare e muoverci su calesse???Proviamo ad andare avanti…ma non possiamo cambiare certi stupidi giochi di potere se non cambia la mentalità…fate qualcosa di TANGIBILE e poi potrete permettervi di criticare il lavoro altrui, ma non si specula sulle tragedie…MAI!

Meetup Corigliano Rossano

Stampa Email