Corigliano Rossano | Quanti colonnelli per il “generale” sindaco?

IL 26 MAGGIO LA PROBABILE DATA PER LE ELEZIONI COMUNALI

Non manca assai per poter dire “i giochi sono fatti” a Corigliano Rossano nell’ottica elettorale proiettata alle prime comunali della nuova città nata dalle antiche glorie, o dalle attuali ceneri, delle due ex singole municipalità di Corigliano Calabro e Rossano. Pare si possa andare al voto il prossimo 26 maggio, forse assieme alle elezioni Europee, ed alcune candidature a sindaco appaiono oramai certe

benché i diretti interessati non abbiano ancora ufficializzato l’intenzione di volersi, appunto, candidare per guidare la fase di “costruzione politica” vera e propria della nuova entità territoriale ed al contempo d’amministrarla dopo l’attuale governo transitorio retto dal commissario prefettizio Domenico Bagnato e dai suoi sub-commissari. Facciamo quindi nomi e cognomi. Cominciando però dai soprannomi: il “generale” Giuseppe Graziano (foto) LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Stampa Email