Che sia la Corte dei Conti a porre fine alla fusione e all'arroganza violenta dei rossanesi


Giovedì pomeriggio, nelle stanze di Palazzo Garopoli, dove aleggiano dubbi e timori sulla fusione, qualcuno, che prova a scrutare la nuova stagione amministrativa, esclama: “Stiamo nei guai!”. Il motivo? Le finanze disastrate del comune di Rossano, per le quali la città unica rischia, come da noi scritto più volte, di partire in dissesto.

 Quel dissesto che continua a essere una nostra fissazione, poiché, oltre alle casse vuote, ci preoccupa il fatto che nella classe dirigente di questa città, rossanesi in testa, nessuno ne vuole parlare. Così come nessuno vuole parlare di ciò che accade nei corridoi del municipio, dove arroganza e cialtroneria imperano. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

 

Stampa Email

Commenti   

+5 #4 IL ROTTOMATORE 2018-08-09 11:30
Un GRazie ma del prodfondo del Cuore va' al nostra amato Ex Consigliere Graziani che nonostante la sua presenza arbritaria in regione ha voluto creare un danno irreversibile alle due citta' a che scopo ancora non l'abbiamo capito ma sicuramente verra fuori, si puo proporre una legge se il posto che ricopre era illeggittimo? poi un grazie alle lobby Coriglanesi che hanno contribuito a questo, non faccio i nomi ma li conosciamo ad uno ad uno quindi adesso grandi cervelloni sapientoni adesso fateci vedere cosa sapete fare e se avete le palle per poter dimostrare ai cittadini tutte quelle promesse fatte piu piu piu piu piu piu per me' sono promesse di marinai pero' andiamo avanti. cordiali saluti.
Citazione
+5 #3 MARIA GRAZIA 2018-08-08 14:19
Da rossanese, mi unisco ai coriglianesi nel provare un senso di schifo e di ripudio nei confronti di quei politici, anzi, di quei personaggi, che hanno condotto il paese ad uno stato di sfacelo e di decadenza. Vi esorto a fare chiarezza e ad andare avanti in tale direzione e vi dimostro con questo mio post che non tutti i rossanesi sono o vogliono essere complici di simili e deplorevoli comportamenti.Con stima, una rossanese onesta e amante della verità.
Citazione
+6 #2 IssaFazzio 2018-08-08 14:04
Già si avvisano le prime arroganze e pretese da parte dei dirigenti rossanesi e la smania di potere di comandare su tutto e tutti.
Coloro che hanno voluto ciò è stato un dispetto con l'intento di creare malcontento.
Queste persone che hanno voluto ciò, convinte di avere il potere dico che questo inferno che avete creato e voluto vi si ritorcerà contro.
Citazione
+5 #1 ginot 2018-08-08 12:29
Non eravamo, non lo siamo e non lo saremo mai a favore di questa catastrofica fusione. Per questo in tantissimi abbiamo votato "NO" convinti che nulla di buono potesse venir fuori. Ed oggi, a distanza di mesi, ci stiamo rendendo conto che abbiamo fatto bene a fare questa nostra scelta contraria. Niente è certo, niente è sicuro, tutto offuscato. I conto non tornano e se ne accorgeranno i fautori del "S" coriglianesi del danno che hanno fatto a questo comune. Intanto partiamo con l'addossarci i debiti dei rossanesi, tanto del doman non v'è certezza.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna