Centrale Biomasse, Lettera aperta al Commissario Straordinario del Comune Corigliano Rossano, Dott. Domenico Bagnato

Dopo lo scampato pericolo sul tentativo di imporre una centrale a carbone nel nostro territorio, tentativo sostenuto e finanziato da un clan di imprenditori e sindacalisti irresponsabili, si profila l’iniziativa, in fase avanzata, per la realizzazione di un grosso impianto, da 1 MW, per la produzione di energia elettrica da fonte biomassa, nell’area industriale S. Irene (territorio di Rossano).
LEGGI TUTTO

Stampa Email

Commenti   

0 #1 Vera MENTE 2018-05-15 11:22
All'amico Francesco vorrei dire solamente due cose: Il presunto benessere Rossano e Corigliano lo stanno pagando a caro prezzo: non c'è una famiglia dove non ci sia stato un caso di tumore e spesso pùi casi. Una centrale a biomasse è ancora più pericolosa per le polveri sottili, perchè non si può sapere quello che effettivamente si brucia. Quindi secondo il tuo (ottuso) modo di ragionare è meglio qualche centinaio di posti di lavoro e morte sicura per tanti altri o un ambiente sano, un mare pulito che creerebbe turismo benessere e posti di lavoro?
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna