Arrivano dalla regione i contributi per il fitto casa 2010

Finalmente dalla regione Calabria sono stati trasferiti al comune di Corigliano, come d’altronde a tutti gli altri comuni calabresi, i fondi per poter provvedere ad elargire i contributi per il fitto casa per l’anno 2010. 

La notizia è stata resa nota, attraverso un comunicato stampa, dal movimento Liberi Ausoni. “Finisce la querelle – si legge nella nota del movimento - legata alla liquidazione dei contributi per il fitto casa da parte del comune di Corigliano, destinati alle famiglie meno abbienti. Infatti, la buona azione di stimolo verso la regione Calabria ha portato i suoi frutti: l’assessore Giacomo Mancini, interessato personalmente, ha disposto la liquidazione di tali contributi relativi all’anno 2010 per un importo pari a 76 mila euro. Così come per i  Pisl, da noi sollecitati alla commissione straordinaria – prosegue la nota di Liberi Ausoni - (grazie ai quali il comune di Corigliano in quanto beneficiario, destinerà risorse nell’ambito delle attività produttive), anche nel caso dei contribuiti in agevolazione per i fitti passivi dimostriamo di preferire le azioni concrete che possano portare benefici alla nostra città. Ben lontani dalle grandi strategie delle chiuse stanze, e ben lontani da un immatura contesa nei partiti che confronta solo nominativi e mai alcun contenuto politico e programmatico dell’azione di governo – così termina la nota - continueremo la nostra azione di sostegno e proposta per la comunità”. Frattanto bisognerà attivarsi, aggiungiamo noi, anche per il contributo relativo all’anno 2011. Questo perché ormai sono trascorsi quasi due anni e con l’attuale fase di crisi economica che stanno vivendo le famiglie coriglianesi, ricevere anche il contributo per l’anno 2011 sarebbe una boccata d’ossigeno. E’ certo, come ci è stato confermato dai diretti interessati, che già nei prossimi giorni torneranno ad interessare della problematica l’assessore regionale al bilancio, Giacomo Mancini. Nel frattempo il comune sta provvedendo ad avviare l’iter per liquidare il 2010.

     Giacinto De Pasquale

Stampa Email