Schiavonea, bagno di folla nel Quadrato Compagna per la “Notte della Taranta”

L’attesa non ha tradito le aspettative. La “Notte della Taranta”, straordinaria manifestazione promossa dall’Associazione “Musica Oltre le Barriere” del professore Francesco Verardi in collaborazione con Pro loco Città di Corigliano, Mondatori Point di Gianfranco Benvenuto, Giuseppe Pucci Costruzioni e Natozza Market e giunta alla sesta edizione, si è confermata un grande successo in termini di entusiasmo e partecipazione.

Un Quadrato Compagna gremito di residenti e turisti ha fatto da cornice all’evento realizzato con il patrocinio del Comune di Corigliano Rossano – Assessorato al Turismo e Spettacolo, Provincia di Cosenza e Regione Calabria. Il merito di questa iniziativa va ascritto al suo organizzatore, ossia il professore Francesco Verardi, docente di educazione musicale, precursore di numerose e tutte riuscitissime manifestazioni socio-culturali svoltesi a Corigliano e nell’intera Sibaritide, professionista dall’innato talento al quale la città deve tanto per il contributo morale e materiale e l’impegno profuso dallo stesso negli anni, e alla sinergica collaborazione instaurata con la Pro loco di Corigliano, grazie al suo insostituibile e dinamico presidente Domenico Terenzio e alla sensibilità e alla deddizione dei soci tutti, in primis di Valeria Capalbo.
Quest’anno è toccato ad un gruppo internazionale del Salento tra i più coinvolgenti della musica popolare, I Briganti di terra d’Otranto, essere i protagonisti della manifestazione, che attira anche tante persone provenienti dai comuni limitrofi. Il gruppo ha riscosso ampio gradimento e ha trascinato la folla presente in un’atmosfera densa di colori ed emozioni tipica di una grande festa di piazza.
La manifestazione ha registrato anche un percorso enogastronomico all’interno del Quadrato, curato dalla Pro loco cittadina, autentica ghiottoneria per palati raffinati degli ospiti, soprattutto per quelli giunti da lontano per assistere allo spettacolo. Durante la serata, inoltre, si è svolta anche una riffa consistente in una prevendita di biglietto al costo di un euro l’uno.
Insomma, anche quest’anno la “Notte della Taranta” si è confermata essere garanzia di un binomio di successo: musica e cultura, nel segno della tradizione e con un occhio sempre rivolto all’innovazione. Complimenti al professore Verardi e alla sua tenacia nonché a tutto lo staff organizzativo per questo stimolante momento di socializzazione e crescita formativa, certamente meritevole di essere incoraggiato e sostenuto dalla popolazione e, soprattutto, dalle istituzioni a ciascun livello.
Fabio Pistoia


 

Stampa Email