Trading online: ecco i broker italiani più gettonati del momento per investire

L’aumento degli investimenti online in Italia ha rafforzato l’offerta di servizi di trading, con un forte incremento nel 2020 dei broker specializzati dopo la crescita dell’83% registrata nel 2019, quando gli intermediari monitorati dalla Consob erano passati da 132 a ben 242 operatori autorizzati nel nostro Paese. Oggi la proposta del settore è piuttosto ampia e variegata, con diverse soluzioni tra cui scegliere e opzioni dedicate per i trader neofiti e gli investitori più esperti.

Tra i broker più gettonati si conferma eToro, capace di superare i 20 milioni di utenti a marzo 2021, con il 69% di trader residenti in Europa dove l’Italia è il quarto mercato dopo Regno Unito, Germania e Francia. Anche AvaTrade ha ottenuto performance importanti nell’ultimo anno, passando da 200 mila ad oltre 300 mila clienti, con un volume in aumento di oltre 2 milioni di posizioni aperte ogni mese attraverso la sua piattaforma di trading.

Uno dei broker più apprezzati è anche Plus500, società quotata al listino LSE della Borsa di Londra, in grado di chiudere il 2020 con ricavi in crescita di oltre il 146% e quasi 3 miliardi di depositi effettuati dai clienti, confermandosi uno degli intermediari più ricercati per il trading CFD. I trader italiani stanno premiando anche IG Markets, broker inglese operativo nel settore dal 1974 con più di 239 mila clienti, capace di proporre prodotti finanziari su oltre 17 mila mercati di tutto il mondo.
 

Come scegliere il broker italiano adatto: i consigli dei professionisti

Con una presenza in costante aumento di broker per il trading online non è facile trovare l’operatore giusto per iniziare a investire, per questo motivo è indispensabile affidarsi a degli esperti per capire come orientarsi nella selezione dell’intermediario più adatto. 

Un supporto importante arriva dal portale specializzato Investingoal.it, dove, nell’apposita sezione “broker italiani trading”, è possibile trovare guide, recensioni e analisi realizzate da professionisti per semplificare la scelta della piattaforma più adeguata alle proprie esigenze d’investimento.

In particolare, secondo gli esperti è essenziale valutare innanzitutto le autorizzazioni del broker, verificando che si tratti di un operatore con licenza valida in Italia e monitorato dalla Consob. 

L’intermediario deve anche essere in possesso di una reputazione impeccabile, assicurando la massima affidabilità e una qualità elevata del servizio di brokeraggio. Inoltre, la società deve fornire una serie di garanzie essenziali, tra cui la protezione dei depositi attraverso l’utilizzo di conti segregati, per offrire la possibilità ai clienti di recuperare i propri fondi anche in caso di fallimento dell’azienda.

Allo stesso modo, il broker deve mettere a disposizione una piattaforma di trading moderna ed efficiente, possibilmente caratterizzata da un’interfaccia grafica intuitiva e facile da utilizzare, semplificando il monitoraggio degli asset e la gestione delle operazioni di trading online. Al giorno d’oggi è fondamentale la presenza di un’app per il trading mobile, per accedere anche da smartphone e tablet attraverso un’applicazione dedicata, in questo modo è possibile controllare i mercati e i propri investimenti in qualsiasi momento.

Da non sottovalutare è la gamma di asset su cui investire, analizzando con attenzione il tipo di prodotti finanziari proposti dall’intermediario, i mercati a disposizione e la diversificazione geografica dei titoli sui quali è possibile fare trading online. 

Ovviamente bisogna verificare anche i costi applicati dall’operatore, considerando sia quelli fissi sia gli spread sugli eseguiti, oltre alle spese di overnight per mantenere aperte le posizioni dopo le 24 ore, le tariffe su depositi e prelievi, i costi di inattività e le commissioni previste per il cambio di valute.
 

Come provare il servizio dei broker di trading online

Per investire online bisogna necessariamente aprire un conto di trading presso un broker autorizzato e specializzato, scegliendo con attenzione l’intermediario più indicato in base ai costi, alla qualità del servizio e al tipo di investimenti che si vogliono effettuare. 

Per analizzare tutti questi aspetti non basta leggere le recensioni online degli esperti, infatti è indispensabile provare la piattaforma di trading con un conto demo. Si tratta di uno strumento essenziale per testare l’offerta dell’operatore, utilizzando il conto dimostrativo per sperimentare tutte le funzionalità fornite dal broker in modo diretto e senza rischi.

Il conto simulato permette di fare trading con dei soldi virtuali forniti dall’intermediario, usando la piattaforma per gli investimenti online per un certo periodo senza adoperare i propri soldi, quindi in modo completamente sicuro. I professionisti consigliano di adoperare sempre questo strumento, infatti consente non solo di mettere alla prova la soluzione di trading dell’operatore, ma anche di fare pratica in un ambiente privo di pericoli per migliorare le proprie competenze prima di cominciare a investire con dei soldi reali.

 

Stampa Email