• Home

Salute e benessere: aumentano le vendite online di massaggiatori per la cervicale

Il dolore alla cervicale, chiamato in alternativa cervicalgia, è molto fastidioso e comporta un insieme di complicanze. Oltre l'alterazione della zona, infatti, si possono avvertire delle fitte pure in altre aree del fisico, a causa di una posizione non corretta dell'intero corpo. Spesso si presenta anche un fastidioso mal di testa che rende ancor meno sopportabile questa sofferenza. 

Le cause che portano alla comparsa della cervicalgia sono varie, il dolore può essere dovuto a traumi, a posture scorrette e anche a stress o tensione. Un modo per stare meglio senza usare medicinali è l'uso di un massaggiatore per la cervicale, che permette di allentare la tensione muscolare eliminando il dolore. Questo è il motivo per cui, attualmente, le vendite online di tali strumenti sono di molto aumentate.

Caratteristiche dei massaggiatori per cervicali

 

La richiesta crescente di massaggiatori cervicali, strumenti che consentono di eliminare dolori dalla zona posteriore del collo, ha fatto sì che il mercato venisse invaso da moltissimi prodotti. Tale aspetto ha reso difficile compiere una scelta ma, utilizzando dei siti specifici che recensiscono differenti categorie di merci come, ad esempio itop5.it, sarà più facile decidere (qui puoi trovare i massaggiatori per cervicale in offerta). 

Questo portale fornisce informazioni molto precise e dà indicazioni per scegliere il dispositivo maggiormente valido in commercio. Qui si possono trovare anche dei link diretti per l'acquisto al prezzo migliore sul mercato.

Le caratteristiche da considerare in un massaggiatore cervicale sono:

  • Forma, lo strumento può essere un cuscino da usare tra la parte dolente e la seduta oppure avere dei supporti che lo ancorano sulle spalle, l'ultima opzione è costituita da quelli con il manico;

  • Presenza o meno di superficie riscaldante, oltre al movimento delle testine potrebbe essere utile aumentare la temperatura della zona dolente, così da rilassare e sciogliere più facilmente i muscoli;

  • Alimentazione, ci sono sistemi che si attivano grazie a batterie ricaricabili e altri che, invece, devono essere attaccati sempre a una spina;

  • Numero di testine, esse sono il cuore del massaggiatore quindi è importante informarsi sulla loro disposizione per capire se lo strumento può essere o meno l'ideale per la propria conformazione corporea;

  • Programmi disponibili, la maggior parte dei dispositivi presenta delle rotazioni preimpostate, ciò è sicuramente un vantaggio perché basterà premere un pulsante e iniziare a stare meglio, senza dover selezionare in autonomia il settaggio migliore;

  • Ulteriori funzioni, alcuni strumenti possono avere dei plus che ne agevolano l'uso, si parla di timer che consente lo spegnimento in automatico e vibrazione che dà la possibilità di avere un massaggio più intenso.

Come scegliere il migliore

 

Per scegliere il massaggiatore per cervicale che faccia maggiormente al caso proprio occorre analizzare le esigenze individuali. Qualora questo dolore sia davvero invalidante e si desidera riposare totalmente, quando si attiva il massaggio, si può optare per un cuscino da posizionare nel punto preciso dove si avverte fastidio, impiegandolo, all'occorrenza, anche più su o più giù rispetto alla posizione cervicale. 

Qualora il dolore che si manifesta posteriormente al collo non sia particolarmente intenso e si decida di acquistare un sistema massaggiante pure per rilassarsi dopo una giornata intensa, si può preferire un modello che abbracci tutta la zona. Grazie al supposto, infatti, non occorre necessariamente rimanere seduti per godere del trattamento ristoratore, ma si può anche fare altro perché il dispositivo sarà ben fermo nella area dove si è posto. 

Gli strumenti con il manico, attualmente, sono un po' superati perché occorre reggerli con una mano e spesso, se si ha un dolore cervicale, mettersi in posizioni scomposte può portare a un esacerbazione del fastidio. In alternativa si potrebbe chiedere a un familiare di tenere il dispositivo in sede, ma non sempre si trova un aiuto in tal senso.

 

Stampa Email