I commercianti di Corigliano Centro “Il centro storico sta morendo tra indifferenza, abbandono e problemi mai risolti”

Nonostante tanti politici frequentano il centro storico di Corigliano quotidianamente, nessuno di loro ha mai sentito il bisogno di “spezzare una lancia” verso il Commissario Prefettizio dott. Bagnato, per segnalare il totale abbandono in cui versa questa importante parte del territorio comunale. 


Che sia ben chiaro, non avevamo alcun dubbio che questi “politici” nostrani avessero un minimo di senso civico, o meglio di amore verso la propria città, ma come suol dirsi la speranza è sempre l’ultima a morire. Di fronte a tutto questo disinteresse, per non parlare, di vera e propria ignavia, siamo di nuovo noi, Commercianti di Corigliano centro storico, ad intervenire e a metterci la faccia per segnalare problemi che si trascinano ormai da oltre due anni, ma accanto a ciò, è forte la nostra rabbia nell’assistere giorno per giorno all’abbandono e dal totale degrado in cui versa il centro storico. E’ bene ricordare a tutti i nostri concittadini che è dal mese di aprile del 2017 che stiamo segnalando la presenza di gravi pericoli, non solo per la salute pubblica, ma anche per l’incolumità fisica delle persone. Sia nell’aprile del 2017 che nel gennaio del 2018 abbiamo segnalato agli amministratori del tempo vari problemi, ma il pressappochismo e l’indifferenza dell’Amministrazione comunale guidata dall’allora sindaco Giuseppe Geraci sono stati talmente mortificanti che ancora oggi siamo qui a denunciare. Denuncie che hanno investito non solo il Comune, ma anche l’Azienda Sanitaria, la Procura della Repubblica e il Prefetto. Ed anche da costoro silenzio assordante. Eppure nei nostri esposti parlavamo di perdite di liquidi fognari che si verificavano all’incrocio tra via Aldo Moro e via Roma. Nonostante le segnalazioni attraverso le quali abbiamo rappresentato la gravità della situazione, soprattutto sotto il profilo igienico-sanitario è stato fatto ben poco, tanto che se è vero che i liquami non fuoriescono sulla strada e quindi rimangono nel sottosuolo, è altrettanto vero che gli stessi stanno creando problemi di stabilità del terreno sottostante la sede stradale di via Roma. Infatti si aprono molto spesso delle buche nella sede stradale che provocano disagi ai pedoni ed alla circolazione. Accanto a ciò abbiamo segnalato anche la pericolosità di un muro che si trova a ridosso del marciapiede delle scuole Costabile Guidi e Toscano, quindi luoghi frequentati da bambini e ragazzi. Che dire poi del terriccio presente in diverse zone a seguito dei recenti eventi alluvionali. E’, lo ripetiamo, un mortificante stato di degrado e di abbandono. Eppure nonostante ciò nessuno pone in essere gli interventi che in circostanze del genere sono necessari. Tutto ciò è plausibile ? Possibile mai che il comune non interviene. Purtroppo accanto all’inerzia degli uffici comunali dobbiamo segnalare, con non poca amarezza, il silenzio dalla Procura, dalla Prefettura e dell’Azienda sanitaria. Eppure qui stiamo parlando di salute pubblica. Lasciamo perdere i nostri mancati introiti in termini economici e i danni che stiamo subendo alle nostre attività, ma qui si sta giocando con la salute della gente. Se biasimiamo il comportamento omissivo tenuto dagli ex amministratori, oggi sollecitiamo l’intervento del Commissario Prefettizio dott. Bagnato. E’ necessario che il Commissario, al più presto, faccia intervenire i responsabili degli uffici comunali preposti, perché, lo ribadiamo, la situazione è davvero grave. Oltre questo appello che speriamo trovi ascolto da parte del dott. Bagnato, è nostra ferma intenzione tornare ad informare quelle Autorità sovra comunali fin qui sorde alle nostre giuste denunce.

I Commercianti di Corigliano Centro storico 

Stampa Email