• Home

Non negate a mio figlio il Diritto all'Istruzione

Siamo ritornati indietro di cinquant’anni. Siamo ritornati ai tempi in cui si moriva per le esalazioni di monossido di carbonio sprigionato dai cosiddetti “bracieri”, utilizzati per riscaldare le abitazioni nei brevi ma rigidi inverni coriglianesi. E, la cosa triste, è che lo si è fatto a discapito di bambini, di centinaia di bambini che, al mattino, lasciano le proprie calde case, dotate di impianti di riscaldamento moderni e funzionanti, per andare in fredde, gelide aule scolastiche, prive di qualsivoglia strumento di riscaldamento.

È infatti da diversi giorni ormai che alla Scuola Elementare “Ariosto” è interrotta l’erogazione del gas metano per il funzionamento delle caldaie preposte all’avviamento dei caloriferi dell’Istituto. In parole povere: niente “termosifoni”!

Bambini costretti a combattere il freddo di questi giorni indossando giacconi e sciarpe anche in aula, bambini che, con il naso gocciolante, all’uscita di scuola, si fiondano nelle calde auto dei genitori, riscaldandosi alle bocchette dell’aria condizionata.

E, a quanto pare, l’unico strumento che li potrà aiutare sarà proprio il “braciere”.

Si era parlato di una situazione temporanea, si era detto che in pochi giorni l’emergenza sarebbe rientrata, sono state anche sospese le lezioni per un paio di giorni, ma, ad oggi, non si sa ancora quando i bambini potranno riprende a studiare in condizioni ottimali.

Ciò detto, non è mia intenzione puntare il dito contro qualcuno, ne, tantomeno, cercare i responsabili di questa situazione (per questo, forse, se ne occuperanno gli organi preposti), chiedo solo che non venga negato né a mio figlio, né agli altri bambini che frequentano quella Scuola, il sacrosanto Diritto allo Studio (Diritto fondamentale ed inalienabile della persona, sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell'ONU).

Mi piacerebbe che si facesse il possibile (ma che si facesse immediatamente) per riportare tutto alla normalità.

Grazie.

Post Scriptum

Adesso si parla di doppi turni con un’altra Scuola Elementare facente parte dello stesso Istituto Comprensivo (sì, sembra proprio di parlare di catene di supermercati dove, la marce esposta sugli scaffali, siano i nostri figli!), obbligando gli scolaretti ad andare a scuola dalle 14 alle 18 creando, a mio avviso, un forte disorientamento (mancanza di concentrazione) nei piccoli studenti.

 

Stampa Email

Commenti   

0 #2 Frank45 2017-12-06 08:58
Ma cm che dice? A Corigliano dobbiamo risparmiare e vivere nel degrado perché dobbiamo fare le assunzioni quindi non possiamo distrarci né con le luminarie né con le scuole. Basta lamentarsi. Corigliano è amministrata come un buon padre amministra la propria famiglia
Citazione
-1 #1 Polo Nord 2017-12-05 16:22
Condivido la disamina e il racconto. Sembra una scena della fiaba la "Piccola fiammiferaia"!
Quello che non condivido, del suo ragionamento, è lasciare immobile il "suo" dito senza volerlo, ragionevolmente, puntare nei confronti di chi lei sa, benissimo, riporre le responsabilità! Vede, per una che a una casa comoda, ben riscaldata e con mille altri confort non dovrebbe trovare difficile capire che, è ne sono certo che anche a casa sua sarà successo, se una mattina si alza con la casa al freddo e dopo aver capito che la colpa è della caldaia che mal funziona la prima cosa che farà sarà quella di chiamare il tecnico per cercare di riparare subito il guasto sopravvenuto. Dopo questo "misero" esempio ritorno all'Edificio Scolastico "Ariosto"! Ma chi è il buon padre di famiglia che sovraintende a quella struttura? Certamente il "papà" che, temporaneamente, ne è il proprietario, cioè il SINDACO, di seguito l'Assessore alla Pubblica Istruzione. Ma come mai, dico COME MAI ci si accorge di problemi alle caldaie, alla alimentazione, alla funzionalità del Plesso e altro ancora solo quanto poi servono le caldaie, serve l'alimentazione, serve una corretta funzionalità degli spazi e dei luoghi di ritrovo per una eventuale necessità d'emergenza. E' impossibile che si vive, ancora oggi, in questa misera improvvisazione.
Domenica, mi scuso se divago ma sarò sempre nell'argine della discussione, mi sono recato dalle tenebre di Via Nazionale alla "luce" di una splendida Rossano che, quest'anno, si è davvero superata. Io ho votato contro la "Fusione" ma domenica mi sono reso conto che ero nel torto. Per dire che una corretta programmazione permette di dare sollievo, fosse pure con delle luminarie, alle economie locali. Ed infatti Rossano era traboccante di gente per le vie mentre a Corigliano potevi trovare qualcuno nei soliti bar. Si apprende poi che adesso il Comune farà riviere l'atmosfera del Natale anche a noi in piazza salotto. Ma quanto avverrà tutto ciò??? Ed ecco che ritorniamo alla Scuola Ariosto. Se manca la programmazione i riscaldamenti si accendono a Gennaio dell'anno dopo e le luminarie a ridosso della domenica delle palme. Non si può andare avanti così! Io credo, ma è banale finanche dirlo, che l'estate deve essere di necessità virtù spesa nella gestione della manutenzione straordinaria degli edifici scolastici rendendoli funzionali per l'apertura a settembre. Certo, nel corso dell'anno ci potranno anche essere dei problemi ma saranno di manutenzione ordinaria. Invece da noi tutto diventa straordinario ed i costi, inevitabilmente, lievitano con servizi, molte volte, molto scadenti.
Ed ecco allora, gentilissima, la necessità di puntare il "dito" non per voler "cecare" qualcuno ma per dare, dire ed indicare che le responsabilità non possono essere generalizzate ma esse hanno un nome e un cognome.
Buon Natale a lei e al suo figliolo al quale consiglio quelle borse termiche che vende il cinese di Via Fontanelle, sono economiche, calde e funzionali. Potrebbe essere un buon suggerimento per l'Assessore alla P.I. al fine di evitare che le gelide manine e le dita dei bambini possano congelarsi nelle fredde aule delle nostre scuole.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna