• Home

Corigliano, arriva “La Bellezza”: serata di cultura alla Chiesa del Carmine

La Cultura non va mai in vacanza. Ne sa qualcosa il professore Giuseppe DE ROSIS, dinamico e generoso promotore di eventi di notevole interesse e spessore, e il suo gruppo letterario “Gli Amici dell’Arte”, costituito da donne e uomini sensibili alla crescita civile e sociale della comunità.

Il prossimo appuntamento con gli attesi “viaggi letterari” avrà infatti luogo domenica 11 agosto, alle ore 21.00, presso la Chiesa del Carmine di Corigliano. Incentrata sul tema “La Bellezza”, l’iniziativa si configura come il naturale prosieguo di una stimolante serata svoltasi nel medesimo luogo la scorsa estate.
Tantissimi miti del mondo antico rivisitati, riletti nelle varianti più impensate. Orfeo si è girato perché smanioso di guardare Euridice o lo ha fatto di proposito, per poterla poi evocare con il canto più potente che è proprio quello delle cose perdute? A queste e altre curiosità si tenterà di dare una risposta leggendo brani di autori come Borcas, Bufalino, D’Annunzio, Euripide, Foscolo, Gozzano, Kavafis, Magris, Ovidio, Salomone e attraverso l’interpretazione di personaggi quali Andromaca, Deianira, Ecuba, Ermione, Euridice, Odiseo.
Protagonisti della serata saranno Franco CIRO’, Giorgio ORANGES, Mario AMICA, Francesco GARASTO, Natale AVOLIO, Fabiola MADEO, Elvira MILIENI, Antonio DE ROSIS, Anna TAVERNISE, Anna LASSO, Annelise PASSERINI, Maria VITERITTI, Aurora MASTRANDREA. Il programma dell’iniziativa, i cui lavori saranno introdotti e coordinati da Anna MILIENI, prevede i saluti di Don Gaetano FEDERICO, parroco di Sant’Antonio e del Carmine, e l’intervento di Angelo BROCCOLO. Momenti musicali curati da Mimì ZAMPINO e regia tecnico-audio affidata come sempre a Francesco VERARDI.
Appuntamento, pertanto, a domenica nel suggestivo scenario della Chiesa del Carmine, porta d’ingresso al Centro storico di Corigliano, per un’intensa serata all’insegna delle emozioni nel segno di un’operazione culturale mai nozionistica, bensì condivisa e capace di coniugare storia e attualità.
Fabio Pistoia


 

Stampa Email