Alt dei Carabinieri a furgoni dell'Est europeo non in regola. Donna sorpresa su mezzo rubato allo Scalo

Intensa attività posta in essere dalla Compagnia dei Carabinieri di Corigliano Calabro. Su forte impulso del Capitano Cesare Calascibetta, guida attenta e scrupolosa dell'Arma ausonica, nell'ultimo mese si è proceduto ad effettuare una serie di accurati e quotidiani controlli alla circolazione stradale sul territorio di competenza, a tutela dell'incolumità e della sicurezza dell'intera comunità.

Nell'ultimo mese trascorso, ossia dalla metà di ottobre ad oggi, i militari della Sezione Radiomobile e delle Stazioni di Corigliano Scalo e Corigliano Centro hanno scoperto ben 15 vetture prive della necessaria copertura assicurativa o della patente di guida da parte dei relativi conducenti e 10 ciclomotori per le medesime contestazioni, pertanto sottoposti a provvedimenti di sequestro o fermo amministrativo. Per quanto concerne le vetture, si tratta perlopiù di furgoni con targa straniera, quasi esclusivamente dell'Est europeo, adoperati per il trasporto di immigrati impiegati nei terreni agricoli, che oltre ad essere spesso parte integrante del deplorevole fenomeno del capolarato risultano sprovvisti d'assicurazione o condotti da cittadini di nazionalità straniera pur in assenza della patente di guida. Per ciò che riguarda, invece, i ciclomotori, non di rado condotti da giovanissimi, si tratta di provvedimenti emessi a seguito della constatazione da parte degli uomini della Benemerita, anche in questi casi, dell'assenza di copertura assicurativa o di patente di guida. Dato positivo e confortante che si registra in quest'ultimo mese di controlli alla circolazione stradale interessa l'assenza di conducenti di ciclomotori privi di casco, probabilmente a seguito di una maggiore consapevolezza e senso di responsabilità nei confronti di se stessi e degli altri.
Da evidenziare, nell'ambito della predetta attività condotta dai militari, la scoperta di una donna residente nel Centro storico coriglianese, sorpresa nel corso di un controllo allo Scalo cittadino alla guida di un ciclomotore, pur essendo la stessa priva di patente di guida e il mezzo della relativa assicurazione; dato ancor più grave è costituito dal fatto che il medesimo ciclomotore è risultato essere stato rubato nello scorso mese di ottobre a Rossano, e pertanto restituito al medesimo proprietario.
Prosegue, quindi, in modo incessante l'attività di monitoraggio del territorio ad opera della Compagnia dei Carabinieri di Corigliano guidata dal Capitano Cesare Calascibetta, finalizzata a garantire la massima sicurezza e tutelare la pubblica incolumità.
Fabio Pistoia
 

Stampa Email