Corigliano: getta la spazzatura per strada, “beccato” dai Carabinieri


Ancora sanzioni e sequestri di veicoli da parte dei militari.

Prosegue senza batter ciglio l’attività di controllo del territorio di competenza nonché di contrasto ad ogni forma d’illegalità ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Corigliano. Su forte impulso e determinazione del Capitano Cesare Calascibetta, alla guida dell’Arma ausonica, notevole attenzione viene sempre riservata, tra l’altro, ai servizi afferenti la viabilità cittadina, nell’ottica di prevenire e/o sanzionare qualsivoglia ipotesi di trasgressione delle vigenti norme della circolazione stradale, della civile convivenza, della pubblica incolumità.

Così facendo, nel pomeriggio di ieri, i militari, nell’ambito di una serie di controlli predisposti a tutela della sicurezza urbana, hanno provveduto a sanzionare i conducenti di due motorini con le relative contravvenzioni. Si tratta, rispettivamente, di un mezzo in circolazione senza la necessaria copertura assicurativa, e pertanto si è provveduto al sequestro amministrativo del medesimo, e di un altro veicolo a due ruote il cui guidatore, un pregiudicato del luogo, viaggiava nelle strade della frazione Schiavonea senza casco protettivo, a dir poco importante per la propria tutela; in tal caso il mezzo è stato sottoposto, come previsto dal Codice della strada, a fermo amministrativo.
Da evidenziare, nel novero dei predetti controlli effettuati nel pomeriggio di ieri, la meritoria opera svolta dagli uomini dal Capitano Calascibetta a presidio della salvaguardia dell’ambiente pubblico e in ossequio alle vigenti norme in materia. In quel di Corigliano Scalo, e precisamente in contrada Cardame, un uomo del posto è stato sorpreso a gettare la spazzatura per strada, in particolare nei pressi del passaggio a livello della zona in questione. I militari, pertanto, con l’ausilio degli agenti della Polizia locale, hanno sanzionato il soggetto, infliggendo nei suoi confronti un’ammenda di circa 300 euro e applicando il nuovo regolamento comunale che disciplina il settore, affinché il rispetto dell’ambiente non sia solo un ottimo enunciato o una mera chimera, bensì tangibile e quotidiano modus vivendi.
Dunque, massima gratitudine e plauso al Capitano Calascibetta - solerte, dinamico e premuroso punto di riferimento istituzionale per la comunità coriglianese - e a tutti i Carabinieri della locale Compagnia per la loro attività effettuata, senza mai tentennamenti e risparmio di tempo ed energie, sull’intera area urbana di pertinenza.
Fabio Pistoia 

Stampa Email