Carabinieri in azione, scoperto "festino" nel centro storico. Maxi-intervento dei militari a Schiavonea

Pomeriggio a dir poco “movimentato”, quello di ieri, per i Carabinieri della Compagnia di Corigliano agli ordini del Capitano Cesare Calascibetta, sempre più impegnati e presenti sull’intero territorio per garantire il pieno rispetto delle normative vigenti in materia di contenimento del Covid-19 ed in ottemperanza al Dpcm e alle Ordinanze regionali e comunali all’uopo emanate. Ben 9 sono le sanzioni amministrative comminate ad altrettanti soggetti, di cui 6 nel centro storico coriglianese e 3 nella frazione Schiavonea.

Per quanto riguarda il borgo antico, i militari hanno sorpreso, in un magazzino situato in un vicolo di viale Rimembranze, un vero e proprio “festino”, con tanto di birra e panini, al quale partecipavano 8 ragazzi di età compresa tra i 18 e i 30 anni nonché un minorenne. Eccezion fatta per due di loro, risultati appartenenti al nucleo familiare proprietario del magazzino in questione ed ivi residenti, è scattata per tutti gli altri, i rimanenti 6, la relativa sanzione per assembramento e violazione delle disposizioni ìn vigore.
Situazione diversa e ben più grave, invece, quella che i militari si sono trovati a dover fronteggiare in quel di Schiavonea, scoprendo un vero e proprio assembramento di oltre 10 persone in una traversa di viale Salerno, e precisamente in via Gorizia. Tutti i presenti, infatti, alla vista di due pattuglie dei militari, si sono dati a gambe levate, cercando di far disperdere le rispettive tracce, alcuni dei quali spingendosi addirittura a colpire gli uomini dell’Arma pur di divincolarsi, fino all’arrivo di numerose persone in strada per “coprire” i fuggitivi. Di qui la richiesta d’intervento di “rinforzi”, con l’arrivo nel borgo marinaro di ben 7 pattuglie e ben 14 militari per fronteggiare tale ignobile azione d’ostruzionismo al lavoro dell’Arma. I militari hanno pertanto provveduto a setacciare l’intera zona facendo rientrare tutti nelle rispettive abitazioni, nonché alla perqusizione personale di uno dei componenti del predetto assembramento, che ha dato esito negativo; nei confronti di quest’ultimo, tuttavia, è scattata la relativa sanzione amministrativa nonché la contestuale segnalazione all’Asp per la messa in quarantena obbligatoria poiché il soggetto è risultato essere stato già sanzionato per la medesima violazione solo tre giorni prima. L’uomo, altresì, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Castrovillari per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, mentre i relativi controlli dei militari sono poi proseguiti in tutta la zona per oltre un’ora fino a quando la situazione non è ritornata alla normalità.
Inoltre, sempre a Schiavonea, due soggetti di nazionalità straniera sono stati sorpresi in giro e sanzionati amministrativamente, e per uno dei due è scattata anche la relativa denuncia perché alla guida di un veicolo senza mai aver conseguito la relativa patente, con il contestuale fermo amministrativo del mezzo.
Prosegue indefessa, dunque, l’attività di controllo dell’Arma coriglianese a presidio dell’intero territorio. Massima solidarietà e vicinanza nei confronti di tutti i Carabinieri della locale Compagnia e del Capitano Calascibetta per quanto accaduto ieri pomeriggio a Schiavonea, con comportamento inaccettabile da parte di taluni nei confronti chi s’adopera, rischiando la stessa incolumità personale, per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica.
Fabio Pistoia
 

Stampa Email