Matteo Cimino, sopravvissuto ad un incidente, e l’appello dei suoi amici al cantante Ultimo

Soffia forte, imperturbabile agli affanni e ai dispiaceri che la vita riserva, il vento dell’amicizia. Sentimento che, con slanci d’affetto e generosità, si sprigiona nelle parole e nei gesti dei compagni di scuola e degli amici più cari di Matteo Cimino, giovane concittadino che frequenta il Liceo Scientifico “Fortunato Bruno” di Corigliano, il quale lo scorso 26 maggio, alle ore 5.30 circa del mattino, rimase vittima di un incidente stradale causato da un’auto guidata da un uomo risultato ubriaco al momento del terribile impatto. 

Matteo, all’età di 17 anni, rimase in coma farmacologico: era a bordo del suo scooter, sui cui viaggiava insieme ad un amico, quando si scontrò con la vettura sul lungomare cittadino. Attualmente Matteo, per fortuna, dopo aver subito vari danni agli organi interni, fratture scomposte al bacino e alla gamba, si è ripreso, grazie all’assistenza medica qualificata e munito del conforto di famigliari e amici, anche se a breve si dovrà sottoporre ad un nuovo, delicato intervento.
Per tale motivo, si leva oggi un accorato appello a firma di alcuni cari amici di Matteo, ragazzi volenterosi e degni di stima per la vicinanza a lui dimostrata nel tempo. Si tratta di Ernesto Meligeni, Daniele Rosolino, Giuseppe Russo, Andrea Sturniolo, Antonio Montalto e Alessandro Sturniolo.
Matteo è un grande fan di Ultimo, il cantante di San Basilio arrivato secondo all’edizione 2019 del Festival di Sanremo, tant’è che avrebbe dovuto partecipare al suo concerto a Roma lo scorso 4 luglio. Vista la situazione, i suoi straordinari genitori tentarono l’impossibile pur di realizzare il sogno del figlio di incontrarlo, nonostante il giovane era attaccato ai macchinari che lo tenevano in vita. La mamma e il papà chiesero, pertanto, ai medici di far ascoltare una volta al giorno al figlio le canzoni dell’artista e la sua reazione fu sempre la stessa: anche se non poteva parlare ed esprimersi, Matteo s’emozionava a quel suono e lacrime scendevano dal suo viso. La riposta di Ultimo non si fece attendere. In una story su Instagram, si rivolse direttamente a Matteo: “Forza, mi hanno detto tutto. Alla fine si supera anche questo. Nel mio piccolo provo a darti un po’ di supporto, il resto devi mettercelo tu. Se non riuscirai a venire al mio concerto, passerò io a salutarti appena avrò finito. Nel frattempo non fare scherzi”.
Ecco perché oggi, che il peggio è passato ma la strada è ancora tutta in salita per Matteo, il suddetto gruppo di amici rivolge a mezzo stampa un appello allo stesso Ultimo affinché tale auspicato incontro possa finalmente addivenire realtà, per la gioia del suo giovane idolo e dell’intera comunità che ha seguito, con autentico pathos, tale dolorosa ed emozionante vicenda.
Fabio Pistoia 

Stampa Email