Tasse scolastiche ai Licei

Come ogni anno, il Liceo Scientifico "F.Bruno" e il Liceo Classico "G.Colosimo" hanno chiesto alle famiglie di pagare una tassa per l'iscrizione all'anno successivo del rispettivo figlio. Quest'anno la tassa da pagare è di 50 euro. Le famiglie avrebbero dovuto pagare questa tassa, ma fortunatamente ad alcuni studenti è sorto un dubbio: come mai l'anno scorso la tassa era di 40 euro? L'Unione Degli Studenti di Corigliano Calabro,

un'associazione studentesca d'ispirazione sindacale, dopo aver fatto un'indagine, è riuscita a rispondere a questa domanda.I 50 euro non sono una tassa! L'impianto normativo tuttora in vigore in tema di tasse scolastiche (Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297, art. 200) prevede quattro distinti tipi di tributo: di iscrizione (esigibile all'atto di iscrizione ad un dato corso di studi secondari. L'importo è di €6,04), di frequenza (corrisposta ogni anno. L'importo è di €15,13 euro), di esame (corrisposta al momento della presentazione della domanda per gli esami) e di rilascio di diploma (corrisposta solo al momento del rilascio del diploma di maturità. L'importo è di €15,13). I 50 euro allora che sono? I 50 euro fanno parte del contributo scolastico, un cotributo volontario. La circolare ministeriale 0000312 ribadisce che il contributo è volontario e non può essere imposto in nessun modo, che le risorse ottenute dal contributo possono essere usate esclusivamente per ampliare l'offerta formativa e non per il funzionamento ordinario della scuola, che secondi i principi di trasparenza le scuole devono preventivamente informare le famiglie riguardo la finalizzazione del contributo e che le famiglie devono essere informate della deatraibilità fiscale del contributo. Le due scuole sopracitate non hanno rispettato in nessun punto di questa circolare e quindi hanno preso in giro gli studenti e le loro famiglie per tutti questi anni. Grazie alla campagna di sensibilizzazione dell'Unione Degli Studenti riguardo al contributo scolastico gli studenti hanno deciso di non pagare questo contributo, dopo che per tutti questi anni sono stati convinti di pagare una cosa mentre invece pagavano altro. E' da troppo tempo che le famiglie sono costrette a pagare i tagli dello Stato all'istruzione, delineando sempre di più una scuola di fatto a pagamento, privata, alla quale è sempre più difficile accedervi per la maggior parte degli studenti e delle studentesse italiane. L'Unione Degli Studenti da anni si batte contro le ingiustizie compiute ai danni degli studenti, lottando contro l'autoritarismo di presidi e professori, rivendicando una scuola più democratica, laica ed un sapere lontano dalle logiche di mercato. Finalmente è presente anche a Corigliano e sarà sempre al fianco degli studenti. 

Unione Degli Studenti Corigliano Calabro

Stampa Email