Grande partecipazione e fervore religioso per la Celebrazione in onore del Fondatore dell'Opus Dei

Un momento di profonda spiritualità. Un tripudio di fede e valori condivisi. Una giornata di gioia. È difficile dare una definizione univoca dell’iniziativa svoltasi questa mattina nella suggestiva cornice dell'Abbazia di S. Maria del Patir, ma l’esito positivo non cambia, così come l’unanime soddisfazione.

Numerosissimi cittadini hanno infatti partecipato alla Celebrazione in onore di san Josemaría Escrivá, fondatore dell’Opus Dei e figura carismatica, il cui insegnamento è oggi più che mai prezioso e attuale. In tutto il mondo, il 26 giugno si celebra la festa di san Josemaría Escrivá, di cui lo scorso anno è ricorso il 40° anniversario della morte. Anche la città di Corigliano Rossano ha celebrato degnamente la figura e l’opera del fondatore dell’Opus Dei.
Ad organizzare il tutto, l’Accademia della Sibaritide, prezioso punto di riferimento socio-culturale del territorio, con l'Arcidiocesi di Rossano-Cariati. Dapprima l’arrivo della Reliquia del Santo, poi la celebrazione del Santo Rosario e infine la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Don Alfonso Guijarro della Prelatura dell'Opus Dei; a concelebrare la funzione religiosa Don Mosè Cariati della Parrocchia San Pio X, Don Alfredo Pisani della Parrocchia Maria SS. Immacolata e Don Gino Esposito della Parrocchia San Michele Arcangelo in Cattedrale.
Significative anche le presenze di Angelamaria Fugaro, responsabile Attività formative dell'Opus Dei, e dell'Amministrazione comunale di Corigliano Rossano, con i consiglieri Cesare Sapia e Isabella Monaco, che l'Accademia della Sibaritide ringrazia per la vicinanza e la partecipazione.
Fabio Pistoia 

Stampa Email