Questione Pro Loco di Corigliano, la replica di Smurra (Pro Loco Rossano): "L’ennesima arlecchinata di Terenzio"

"Ormai sono all’ordine del giorno le arlecchinate del collega Terenzio della Pro Loco di Corigliano. L’ultima in serie è quella sul Contest fotografico “CoriglianoRossanoRiparte”, promosso e co-organizzato da ConfArtigianato Corigliano Rossano, Associazione Commercianti Corigliano Rossano, Comitato Michelangelo, Comitato Frasso Amarelli, Pro Loco Rossano La Bizan tina e (Pro Loco Corigliano), con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale Corigliano Rossano assessorati Turismo e Commercio".

E' quanto dichiara, in una nota, Federico Smurra, Presidente Pro Loco Bizantina
nonché Segretario Provinciale Unpli Cosenza .
"L’iniziativa - fa sapere Smurra - è stata condivisa anche dallo stesso Terenzio, come potete vedere nel screenshot allegato. Lo stesso collega, a cui ho inviato la bozza del comunicato e la locandina prima del lancio del Comune, non ha proferito parola (vedi screenshot allegato). Solo dopo due gironi, (forse) a seguito della lettura di qualche comunicato che “contestava” la promozione dell’iniziativa da parte del Comune, è uscito fuori dalla nebbia. Ora – continua Smurra - non vorrei che la solita “Terenziata” sia legata a un rancore personale verso l’amministrazione Stasi, la quale in questo caso ha solo patrocinato un’iniziativa gratuita promossa dalle associazioni territoriali. Nessuna prima donna e nessun interesse dello scrivente alla poltrona di una Pro Loco che al momento, dal punto di vista amministrativo, mi duole dirlo da Segretario Provinciale Unpli, non ha né testa e né coda. Il mio supporto in questi anni è stato legato al pieno rispetto dell’istituzione con la quale ho cercato di progettare eventi ed iniziative varie, alfine di promuovere insieme il territorio di Corigliano-Rossano. Visto che questo è mancato, d’ora in poi ognuno proseguirà per la sua strada. La gente ci conosce e saprà ben valutare. Dulcis in fundo, spero che ora faccia quello che ha sempre decantato ai quattro venti, anche per una questione di coerenza, sempre se gli è rimasta".
Fabio Pistoia

 

 

Stampa Email