Cantinella, i bambini non verranno trasferiti. L’Amministrazione Stasi incontra i genitori e risolve il dilemma

 

Nel bel mezzo delle polemiche settembrine tra maggioranza e opposizione consiliare di Corigliano Rossano, in un acceso scontro dialettico tra le parti, è con piacere che si rende noto l’esito positivo di una vicenda a cuore di numerose famiglie residenti nella popolosa frazione Cantinella. 

A meno di una settimana dall’inizio del nuovo anno scolastico, infatti, s’ignorava dove i bambini della Primaria avrebbero dovuto iniziare le consuete attività didattiche; il problema è stato, però, affrontato e con celerità e competenza superato grazie alla sensibilità dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Flavio Stasi e alla fase di confronto e collaborazione avviata con una rappresentanza dei genitori degli alunni.

Le possibilità erano due: lasciare i bambini nel Plesso che li ospita attualmente, insieme alle classi della scuola media e quelli della materna, e rinunciando così agli spazi comuni, oppure trasferire gli stessi al Villaggio Frassa. Il Comune avrebbe messo a disposizione una navetta da 59 posti per 130 bambini. Questo avrebbe portato alcuni bambini ad aspettare davanti scuola finché la navetta sarebbe tornata dal primo giro. Purtroppo, però, tutto questo non era realizzabile senza un accompagnatore nella navetta e senza che alcun adulto che avrebbe dato un’occhiata ai bambini fuori la scuola, fattore necessario dal momento in cui ci sono anche bambini di 6 anni.
Nel pomeriggio di ieri l’assessore comunale al ramo, Donatella Novellis, ha convocato i genitori a scuola, illustrando loro le possibilità e chiedendo quale, per gli stessi genitori, sarebbe stata la soluzione migliore, tenendo conto che comunque l’ultima parola sarebbe stata quella del Consiglio. Le mamme e i papà presenti hanno dunque chiesto, e per fortuna anche ottenuto, che i bambini non venissero portati al Villaggio Frassa al fine di iniziare l’anno scolastico regolarmente a Cantinella. Ci si rende conto, infatti, che purtroppo molte attività non si potranno fare, che gli spazi comuni sono inesistenti e che bisogna fare non pochi sacrifici, ma si è consapevoli pure che, acconsentendo a tale ipotizzato trasferimento, Cantinella avrebbe sicuramente perso la scuola perché tanto, ormai, i bambini erano “sistemati” in altra sede. I genitori sono venuti anche a conoscenza del fatto che la scuola situata in Piazza Madonna di Fatima non verrà mai ripristinata perché non appartiene al Comune ma al Consorzio, quindi si spera che possano essere ultimati i lavori in quella nuova che attualmente è sotto sequestro. Per il momento ai genitori va bene così, anche se gli stessi hanno tutta l’intenzione e la volontà che i riflettori non vengano spenti.
Soddisfazione, pertanto, viene espressa dai genitori di Cantinella per il recepimento delle loro istanze e ringraziamento all’assessore Novellis che si è mostrata comprensiva e disponibile. Una bella pagina d’attenzione, ascolto e fattiva operosità alla vigilia del nuovo anno scolastico e nel rapporto intrapreso dalle famiglie del luogo con l’Amministrazione comunale.
Fabio Pistoia 

Stampa Email