Il fotografo emiliano Olivo Barbieri a Corigliano Rossano per fotografare il nostro territorio


Il suo lavoro sarà esposto durante la XVII edizione del festival “Corigliano Calabro Fotografia”.

Nei giorni scorsi, il noto fotografo italiano Olivo Barbieri è stato ospite dell’associaizone Corigliano per la Fotografia ed ha fotografato numerosi luoghi della nostra città, dal Patire a San Mauro passando per i due centri storici. Barbieri sarà il “fotografo dell'anno” della XVII edizione del festival Corigliano Calabro Fotografia. 

Come si ricorderà la formula del festival prevede che ogni anno, in primavera, un fotografo venga a fotografare i nostri luoghi e poi ne offra il suo punto di vista, con una mostra, durante l’edizione del festival che quest’anno si svolgerà dal 3 al 7 luglio 2019, sempre presso il castello ducale.
Barbieri, fotografo emiliano di Carpi, dopo aver frequentato il DAMS di Bologna (Facolta di Arte e Umanistica) è stato uno dei più giovani fotografi ad aver partecipato nel 1984 a “Viaggio in Italia” di Luigi Ghirri ed Enzo Velati. Dopo il 1971, il suo interesse per la fotografia crebbe e, inizialmente, focalizzò la sua ricerca sull’illuminazione artificiale. Nel 1978 espose il suo lavoro in diverse mostre in Italia e all’estero. Nel 1989 cominciò a viaggiare regolarmente in Estremo Oriente, particolarmente in Cina.
Nel 1993, 1995 e 1997 Barbieri espose le sue opere alla Biennale di Venezia, oltre che in altre mostre a livello internazionale, e in gallerie e musei in Europa, Nord America e Cina. Nel 1996, il Museum Folkwang di Essen, Germania, dedicò una retrospettiva al suo lavoro.
Nel 2003, Barbieri cominciò il progetto Site Specific (foto e video) descrivendo città come Roma, Torino, Montreal, Amman, Las vegas, Shanghai, Siviglia.
Anche quest’anno il festival Corigliano Calabro Fotografia, collegato al Portfolio Italia della Fiaf, sarà ricco di presentazioni di libri, proiezioni, materiale da provare e mostre che si potranno visitare da sabato 6 luglio al 10 settembre. 

Stampa Email