Olivicoltura. L'UCI con i "gilet arancioni"

Piena condivisione e sostegno dell’UCI Calabria all’iniziativa di protesta programmata per 14 febbraio 2019 a Roma organizzata dai “gilet arancioni” pugliesi a difesa e a tutela dell’Olivicoltura italiana.

E’ quanto fa sapere il Coordinatore regionale UCI Gaetano Ferraro in linea con le ragioni che sottendono all’importante giornata di mobilitazione. «Sono punti che riguardano l’intera Nazione, le regioni del Sud e, in particolare, la Calabria»- afferma Ferraro. Al centro delle rivendicazioni: la difesa dell’olio extravergine di oliva 100% italiano; la riduzione dei costi di produzione e il rilancio delle identità territoriali; la tutela dei prodotti Dop (denominazione di origine protetta) e Igp (indicazione geografica protetta); l’incremento dei controlli e la lotta alla contraffazione che incide sulla qualità; il grave danno apportato alle piante con l’avanzata della Xylella (batterio che produce alterazioni alla pianta); l’immediata richiesta di riforma della politica agricola comune (PAC).  

«Sono questi i principali temi al centro della piattaforma rivendicazionista dell’intero settore – afferma il Coordinatore Ferraro – a cui mi auguro il Governo possa fornire delle adeguate risposte mediante l’attivazione di un tavolo di trattativa al fine di inserire nell’agenda delle priorità le problematiche poste dall’intera categoria».     

UFFICIO STAMPA – UCI – SEDE REGIONALE 

Stampa Email