Quando il disagio psichico diventa Arte


Ieri, sabato 14 aprile 2018, alle ore 18,00 nella sala dell’Associazione Mondiversi di Corigliano, in via M. Montessori, si è tenuto un importante convegno su “Arte, psiche e creatività” organizzato dai LIONS “Corigliano Thurium” capitanati dall’ eccellente Grazia VULCANO.

Il significato di questo Convegno, dice la presidente, è capire il mondo dei malati psichici attraverso le varie forme di Arte come fotografia, scultura e pittura.
I Lions, in linea con lo spirito di servizio che li distingue si avvicinano alla dimensione della sofferenza in una forma non usuale che, al tempo stesso, apra alla possibilità di venire in contatto con una visione del mondo diversa ma non meno luminosa e profonda, in particolare la dimensione della malattia mentale.
Antonio GIOIELLO, presidente Ass. Mondiversi, saluta e ringrazia i numerosi presenti in sala ed in particolar modo la presidente Vulcano la quale, legata professionalmente al CSM, ha saputo organizzare l’importante evento.
Fedele DE NOVELLIS, responsabile CSM Corigliano, sottolinea il valore terapeutico di attività laboratoriali e l’importanza della realizzazione dei centri diurni nella nostra cittadina.
Il fotografo Luca Policastri, nel suo intervento, oltre ad analizzare le tre foto rappresentanti la nostra Corigliano, spiega, tecnicamente, anche la differenza tra analogico e digitale e la sua evoluzione in questi ultimi anni.
Lo scultore Carmine Cianci, nel relazionare sui quadri e sulla scultura dei tre artisti, suggerisce agli stessi, di usare tecniche, colori e forme diverse alle loro creazioni.
“La mano è il 2 cervello dell'uomo” (cit. Kant) così esordisce nella sua lunga relazione Gaetano MARCHESE - Psicologo Psicoterapeuta DSM Cosenza, aggiunge, inoltre, che la storia insegna che molti dei personaggi più geniali e creativi, tra questi “Van Gog – ‎Michelangelo Buonarroti - ‎Edvard Munch - ‎Vincent Van Gogh - Jacson Pollock – Antonio Ligabue – Renoir e Degas e altri, hanno avuto l’esistenza segnata negativamente dalla loro stessa genialità. Il disagio psichico può essere occasione per il paziente di giungere a contatto, pur nella sofferenza, con aspetti del proprio sé che altrimenti resterebbero ignoti, come sono ignoti alla maggior parte delle persone ritenute "sane".
Alla fine prende la parola, per i saluti istituzionali, Salvatore BENCARDINO - Presidente VI Circ. Distretto LIONS 108 Ya – ringraziando la Presidente Vulcano per l’ottimo riuscita del convegno, i relatori intervenuti e tutti i presenti.
Grazia VULCANO, visibilmente soddisfatta per la serata altamente culturale, conclude ringraziando in particolar modo gli “Artisti” espositori - Oriana CIMINO (Pittrice) - Vincenzo GAGLIARDI (Pittore) - Giampiero LEANDRI (Scultore) - Kirill SEMENOV (Fotografo) - Mina VINCENZI (Pittrice) in cura presso il CSM, l’ass. Mondiversi e tutti coloro i quali hanno reso possibile la realizzazione dell’esposizione artistica “Arte, psiche e creatività”. Si congeda da noi con una testimonianza della poetessa Ada Merini – figlia del proprio vissuto intenso, doloroso e pieno di solitudine – Io il male l’ho accettato ed è diventato un vestito incandescente, è diventato poesia, è diventato fuoco d’amore per gli altri.
 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna