Porte aperte alla Rai per gli studenti dell’ I.T.C. “L.Palma”

Tre giornate entusiasmanti e ricche di incontri a Roma per 21 alunni delle classi III e IV D del corso AFM dell’Istituto “L. Palma” guidato dalla Dirigente Cinzia D’Amico, sempre aperta e pronta a portare avanti stimolanti percorsi d’innovazioni didattiche per la formazione dei giovani. Gli studenti, accompagnati dalle Prof.sse Carmela Abate e Maria Cristina Muoio, hanno preso parte ad una emozionante e interessante visita didattica agli studi Rai Saxa Rubra. 

Qui i ragazzi “giornalisti” guidati da Valerio Ciavarelli, referente e tutor per la produzione TV del Progetto Rai “Porte Aperte”, hanno potuto conoscere da vicino la realtà dei vari centri di produzione televisiva e non solo. Ciavarelli, dopo un breve excursus informativo dal punto di vista storico-culturale sull’azienda e sulla struttura di “Saxa Rubra”, il principale centro di produzione televisiva (Cptv), con ben 18 studi radiotelevisivi, dove vengono prodotti i programmi delle più importanti testate e canali televisivi, ha magistralmente guidato gli alunni e le docenti all’interno della cittadella Rai, illustrando e spiegando con linguaggi e modalità coerenti con il livello formativo degli alunni sia le caratteristiche delle strutture che i meccanismi e i complessi sistemi di comunicazione Rai in Italia, e nel mondo (Rai Internazionale). In seguito, in collaborazione con tecnici, operatori ed esperti del mondo digitale, giornalisti presenti nei tantissimi spazi visitati, si è soffermato sul complesso e lunghissimo passaggio dall’analogico al digitale per il ricchissimo patrimonio di cassette audio appartenenti all’intera storia della Rai, ancora in corso, precisando che occorre ancora del tempo per provvedere alla completa digitalizzazione delle cassette audio, senza risparmiare, per la curiosità dei partecipanti, molti termini del linguaggio tecnico, quali il gobbo, lo zainetto, gli spin-off e altro, e aiutando la comprensione con l’indicazione di oggetti concreti e azioni operative. La visita ha avuto inizio dalla Palazzina G 1 (le Palazzine della grandissima struttura romana vanno dall’A alla H, che è sede di Rai Cultura), dove quotidianamente vengono prodotti il Tg e tutti i notiziari sportivi, mettendo in evidenza il difficile lavoro di preparazione e di attuazione dei programmi tra lo studio e le immagini in diretta. Infine, la visita guidata, ha interessato via via anche gli studi di “Uno mattina”, del Tg1, dove i ragazzi hanno potuto toccare con mano il desk, le pareti, le telecamere dello studio del telegiornale più popolare della tv italiana, Tg2 e Tg3, Rai News24. Per quest’ultimo programma, in due distinte fasi, tutto sempre in diretta, Ciavarelli e i tecnici hanno illustrato agli alunni il delicato passaggio, intriso di forte ansia negli addetti, tra la preparazione dei titoli e la scelta delle immagini e personaggi ai fini dell’elaborazione di un Tg, mentre, solo successivamente, in altri locali avviene l’annuncio dei titoli e lo svolgimento del telegiornale, secondo una perfetta sincronia. La giornata è terminata presso la mensa della Rai dove si è pranzato a fianco di giornalisti e personalità Rai. 
Altra interessante visita è stata effettuata poi a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica; qui guidati dal Senatore G. Pagliari e al Chiostro del Bramante per visitare la Mostra di Arte contemporanea “Enjoy” - l’arte incontra il divertimento - a cura di Danilo Eccher.
L’ultima tappa del viaggio di istruzione è stata, infine, la Galleria “Alberto Sordi” dove era esposta la teca che custodisce i resti della Fiat Croma blindata su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone, all’interno della interessantissima mostra dal titolo “La memoria in marcia”.


 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna