• Home

Iniziativa dedicata al libro di Isabella Freccia alla Casa protetta “San Pio e Madonna dell’Immacolata”


Appuntamento venerdì 15 dicembre: interviene Giovanni Pistoia, coordina Giuseppe De Rosis.

È in programma per venerdì 15 dicembre, alle ore 17.30, presso la Casa protetta “San Pio e Madonna dell’Immacolata” di Corigliano Scalo, un’iniziativa culturale interamente incentrata su “Quell’amore che profumava di giuggiole”, l’ultimo libro di Isabella FRECCIA.

 È stata la stessa struttura situata in contrada Cozzo Giardino e amorevolmente diretta dal dott. Giuseppe CHIARADIA a promuovere tale momento dedicato all’autrice e insegnante coriglianese per approfondire peculiarità e tratti salienti del suo romanzo.

Il programma dei lavori della manifestazione prevede l’intervento del prof. Giovanni PISTOIA e il coordinamento del prof. Giuseppe DE ROSIS. Ad interpretare brani de “Quell’amore che profumava di giuggiole” saranno alcuni componenti del Gruppo letterario “Gli Amici dell’Arte” – Maria Pia ARMENTANO, Franco CIRÒ, Mario FELICETTI, Anna MILIENI, Annalise PASSERINI, Serafina SALIMBENI – nonché gli studenti di due classi dell’Istituto Tecnico Commerciale “Luigi Palma” di Corigliano.
La manifestazione – allietata dal giovane musicista Andrea PONTE – si configura come un momento d’incontro e confronto dedicato all’Amore e alla sua energia propulsiva e vitale. Ma è anche una sincera dimostrazione d’affetto nei confronti dei numerosi anziani ospiti della Casa protetta “San Pio e Madonna dell’Immacolata”, fiore all’occhiello del territorio della Sibaritide per la cura e l’attenzione riservata alla cosiddetta terza età.
Continua dunque a crescere l’interesse e la curiosità nei confronti dell’intensa e poliedrica attività culturale di Isabella Freccia. Dopo il grande consenso registrato nel cuore di Roma, a Piazza Navona, e nei comuni di Civita e San Giorgio Albanese, tocca ora alla città natia dell’autrice apprezzare questo suo ultimo libro, un vero e proprio scrigno di emozioni e ricordi dove i sentimenti e le bellezze della natura la fanno da padrone.

Corigliano Calabro, 7 dicembre 2017

 

Stampa Email