Ordinanza scarichi pluviali

IL RESPONSABILE DEL SETTORE MANUTENZIONE ED AMBIENTE
Ordinanza n. 181   del 21 dicembre 2012               Prot. N. 57589
Premesso:
che con manifesta frequenza, con l’avvento delle piogge, su tutte le reti fognanti presenti sul territorio si verificano afflussi di acque provenienti da pluviali che vanno ad immettersi direttamente nelle reti fognarie;


che il verificarsi di tali eventi provoca l’innalzamento dei pozzetti che si trovano lungo le vie cittadine, nonché l’intasamento dei depuratori presenti sul territorio;
che si rende necessario per un intervento risolutivo per porre fine a tale disservizio, e per rendere sicure le vie cittadine ed eliminare, così, i pericoli per la incolumità pubblica;
che a tal fine è necessario procedere alla rimozione di tutti gli scarichi di pluviali allacciati nella rete fogniaria comunale, su tutto il territorio,
Visto il D.Lgs. n. 267/2000;
Visto il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 214;
Visto l’art. 3, comma 4 della L. 241/90 e s.m.i.;

ORDINA

1. ai proprietari o detentori a qualsiasi titolo di scarichi di pluviali o altro scarico di acque piovane in pubblica fognatura che non sia autorizzato, alla rimozione degli stessi, nonché ad eseguire tutti gli interventi atti ad effettuare il collegamento delle acque piovane nella relativa condotta, entro 10 (dieci) giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza;
2. E’ fatto obbligo, prima dell’inizio dei lavori, di darne comunicazione per iscritto all’Ufficio Manutenzione di questo Ente.

AVVERTE

Che in caso di inottemperanza si procederà alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, ai sensi dell’art. 500 del Codice Penale e si procederà all’esecuzione d’ufficio degli interventi necessari atti alla eliminazione degli scarichi, con addebito al proprietario delle relative spese ed applicazione delle opportune sanzioni previste dall’art. 54 del D.Lgs n. 214/2000.

DISPONE

Che la presente ordinanza venga resa pubblica mediante affissione all’Albo Comunale, diffusione mediante internet sul sito ufficiale del Comune e mediante stampa.

TRASMETTE

Il presente provvedimento, per gli adempimenti di competenza:
Al Comando di Polizia Municipale, per la vigilanza sulla corretta osservanza e per ogni altro effetto conseguenza di legge e regolamento;
Alla Procura della Repubblica di Rossano;
Al Comando Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro Scalo;
Alla Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro;
Alla Guardia di Finanza di Corigliano Calabro;

COMUNICA

A norma dell’art. 3, comma IV, della legge 7 agosto 1990 n. 241, avverso la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla notificazione, ricorso al TAR Calabria per i motivi di legittimità (L. n. 1034/1971) oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, da porre entro 120 giorni dalla notificazione (DPR n. 1199/1971).
A norma dell’art. 4 della legge n. 241/90 il responsabile del procedimento è il geom. Giuseppe Ritacco, funzionario del 2° Servizio.


                                                                                Il Responsabile del Settore
                                                                                    Ing. Antonio Durante

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna