Corigliano: prima la rapinano per strada, poi entrano nel suo negozio di via Provinciale


    Ennesimo fatto di cronaca consumatosi ai danni di titolari di attività commerciali situate sul territorio comunale. Il tutto si è verificato nella tarda mattinata di ieri, intorno all’ora di pranzo, a Corigliano Scalo, tra via Provinciale e via Nazionale, entrambe arterie stradali molto frequentate sia da pedoni che da automobilisti.

    Statale 106, Antoniotti: «La democrazia non accetta ripensamenti»

    Terzo Megalotto Sibari-Roseto, i cantieri devono essere aperti subito per consentire l’avvio dei lavori per la realizzazione di un’opera essenziale alla sopravvivenza della Sibaritide. A chi si è accorto solo ora che in democrazia esistono regole, confronto, obiezioni e diritti consiglio di andare a scuola di recupero e mettersi a passo con i tempi. La conoscenza, è vero, è un diritto e un dovere. Ma non si può frenare l’ambizione di un territorio che da decenni chiede riscatto ed opportunità di sviluppo solo perché un drappello di parlamentari, che fino all’altro ieri non sapeva nulla delle esigenze di quest’area della Calabria, ha deciso di vederci chiaro. Ma vedere chiaro su cosa? Su un’opera che è utile a tutti tranne che a qualcuno che ha interessi personali da difendere?

    Corigliano: nella notte sfondano vetrina dell’ottica e rubano 100 paia di occhiali


    Nottata turbolenta in quel di Corigliano Scalo. Erano le circa le 4 o poco dopo tale orario (considerato il fatto che l’adiacente Caffè Alfieri, essendo venerdì e vista la notevole presenza di giovani clienti, ha abbassato le proprie saracinesche intorno alle 3.30) allorquando ignoti hanno effettuato, nella centralissima via Nazionale, un furto con scasso dalle eclatanti modalità.

    I radical chic di sinistra recitino il mea culpa!


    La sinistra coriglianese, quelli con il maglione di cachemire, quelli con la puzza sotto il naso, quelli che hanno smesso di essere prevalentemente (proletariato) in senso stretto, quelli che non sono vicini al territorio, ai problemi, quelli che se ne fregano altamente dei problemi sociali della povera gente, disillusi dai fallimenti, delle scelte delle dirigenze politiche della sinistra di questo periodo e che hanno consegnato l’Italia al caos. Quelli che si ricordano solo adesso delle famiglie bisognose coriglianesi pressati da tributi esosi.

    Doppia preferenza di genere, la parola al Consiglio regionale

    Una delle partite politiche più importanti in vista delle Regionali 2019 si giocherà venerdì prossimo in Consiglio regionale quando sarà portata all’attenzione dell’Assemblea l’approvazione della Legge sulla parità di genere per la doppia preferenza elettiva. C’è speranza tra le donne calabresi impegnate in questa battaglia che non nascondono, però, malumori nei confronti del Governatore Oliverio.  

     

    All’Oratorio Salesiano il Grestival sul tema “Tessuto come un prodigio”


    L’Oratorio Salesiano di Corigliano Scalo ospiterà, il prossimo 30 settembre, alle ore 16, la seconda edizione del Grestival, sul tema “Tessuto come un prodigio”. L’interessante evento è promosso dall’Arcidiocesi di Rossano-Cariati, Servizio di Pastorale Giovanile e Ufficio di Pastorale delle vocazioni e si configura come un momento di alto profilo educativo-formativo nonché iniziativa che mira a favorire la socializzazione tra i ragazzi che sul territorio vivono, studiano, lavorano.

    Corigliano Rossano: prima tappa nazionale del nuovo percorso di Cisambiente


    Tariffazione puntuale, discariche abusive, ripristino e valorizzazione del territorio sono i principali temi 
    del convegno organizzato presso l’impianto di Ecoross in contrada S.Irene
    Corigliano Rossano - 
    “La gestione dei rifiuti urbani: tariffazione puntuale, certificazione, discariche abusive e ripristino ambientale”. Parte dalla nuova città Corigliano Rossano il nuovo percorso di Cisambiente nazionale (Confederazione Servizi Ambiente di Confindustria) che ha organizzato un interessante convegno, d’intesa con Unindustria Calabria, su un tema articolato e complesso che interessa e coinvolge il dibattito pubblico.   

    Corigliano-Rossano: Ex Lsu/Lpu comune unico chiedono al Commissario la stabilizzazione


    Si è tenuta questa mattina presso la sala del consiglio comunale dell’ex Comune di Rossano l’assemblea dei lavoratori ex Lsu/Lpu del comune di Corigliano-Rossano. All’assemblea, molto partecipata da parte dei lavoratori interessati, erano presenti alcuni componenti la Rsu, i rappresentanti delle OO.SS. territoriali: Vincenzo Casciaro (Fp-Cgil), Pierpaolo Lanciano (Fp-Cisl), Francesco Piterà (Uil-Temp), Benedetto Di Iacovo (Confial), presente anche l’ex consigliere comunale Flavio Stasi. 

    PD: un aiuto alle famiglie bisognose

    La fusione Corigliano Rossano ha modificato l’aspetto politico, amministrativo ed istituzionale, non solo del territorio, ma dell’intera regione Calabria; la riteniamo a nostro avviso l’unica novità del tempo che stiamo vivendo. Una novità che metterà a dura prova il confronto politico già deteriorato per l’isteria generale dei leoni da tastiera pronti a seminare odio e rancore contro qualsiasi persona la pensi diversamente da loro. Ma parlare di fusione oggi è fuorviante. 

    Grande partecipazione a San Nico per festeggiamenti dedicati a San Gaetano Catanoso


    Sono terminati ieri in contrada San Nico, alla presenza di numerosi fedeli, tante famiglie e molti giovani, i solenni festeggiamenti in onore di San Gaetano Catanoso. La “Festa religiosa San Gaetano Catanoso” si è infatti svolta dal 10 al 20 settembre presso la Parrocchia intitolata allo stesso Santo, che della popolosa frazione comunale ne è il Patrono.

    Eroina e marijuana, in manette coppia coriglianese accusata di spaccio


    Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Corigliano Rossano hanno tratto ieri in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio due persone. Si tratta di un 45enne italiano, G. M., già gravato da numerosi precedenti penali e di polizia specifici, compreso il traffico internazionale di stupefacenti e la compagna trentatreenne J. M., originaria dell’Est Europa.

    Discariche a cielo aperto in C.da Muzzari

    Le foto sono state scattate questa mattina. La gente lancia le buste dalla macchina, nei giardini, ovunque. Dovrebbero eliminare i cassonetti della indifferenziata perché per molti significa venirla a buttare a Contrada Muzzari per evitare di farla.

    Altri articoli...