Carissimi sportivi bianco azzurri, visto che sono stato tirato in ballo, in modo quantomeno maldestro, da taluni che si definiscono l’Asd Corigliano, desidero rubarvi solo alcuni attimi della vostra attenzione per alcune considerazioni. Dopo decenni all’interno del calcio dilettantistico e dopo più di venti anni di giornalismo sportivo e non, trovo paradossali le accuse che mi si rivolgono. Sono passate tante dirigenze in questi anni, di alcune ne ho pure fatto parte con orgoglio, ma non è a questi dirigenti che mi rivolgo. Mi rivolgo a chi veramente vuole bene alla squadra.

 Sappiate che mi dispiace per le sconfitte, cosi come sono felice per le vittorie, del nostro Corigliano, ma in questo caso si tende solo a voler deviare l’attenzione. Si vuole fare un puerile scarica barile, visto i risultati sportivi non brillanti. Lo stadio è fatiscente, è colpa mia, i giocatori scappano perché non pagati, è colpa mia, i fornitori reclamano, è colpa mia. Scende il Roccella, scende il Castrovillari, colpa mia e di qualche altro. Si retrocede, colpa mia. Quanto potere mi si attribuisce. L’anno scorso scrivevo, raccontando del trionfo del campionato di Promozione “ora un progetto condiviso”. Niente di tutto questo è accaduto, si è retrocessi ed ora si cercano fantasiose giustificazioni. I dati oggettivi sono sotto gli occhi di tutti. La dirigenza che ora perde tempo a scrivere di me è quella che si è dimessa il giorno prima dello spareggio, quella quindi che ha lasciato la barca affondare. Sul mio curriculum, sui miei titoli, sulle mie esperienze in altre squadre, non mi dilungo. Mi piace raccontare lo sport, non raccontarmi. Le mie gratificazioni le raccolgo quotidianamente, tra i lettori, gli sportivi ed i competenti allenatori e giocatori conosciuti in questi anni. È vero, ho lavorato per altre squadre, e le ringrazio pubblicamente. Tra le altre Luzzese, Acri, Rossano, Rossanese, Schiavonea, Atletico, la magica Caffè Aiello Corigliano, società che mi ha permesso di lavorare in serie A con grande soddisfazione. Io racconto, scrivo quello che registro, senza filtri e senza padroni. Appuntamento in edicola, sul nostro amato blog, sempre a testa alta e con tanta passione. Dal Tonino Sosto al Città di Corigliano, passando per il Maria Ad Nives, sempre con lo stesso entusiasmo. Il resto sono solo parole. Vi ha scritto Matteo Monte, l’appassionato di sport, non l’avvocato, il giornalista, il commissario di campo ( ho fatto anche questo…)..una persona sempre umile e disponibile con tutti…un saluto e viva Corigliano Calabro….

 


Commenti   

0 #2 bianco azzurro 2017-06-19 16:27
vorrei sapere chi è Ads Corigliano, chi scrive, con nome e cognome. Grazie
Citazione
0 #1 Cyttadyno 2017-06-19 14:35
Ci dice chi sono i giocatori che sono scappati perché non pagati ed i fornitori che non sono stati pagati?

Con attesa
Cyttadyno
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.