Stagione concertistica, successo per l’Orchestra giovanile

Si è conclusa con uno straordinario successo di pubblico e di consensi la V edizione della Stagione Concertistica Città di Corigliano. Domenica scorsa il Casino Caruso by White, gremito, ha ospitato l’evento finale della rassegna messa a punto dall’Istituto Musicale Chopin diretto dal M° Giorgio Luzzi in collaborazione con il Conservatorio “G. Paisiello” diretto dal M° Gabriele Maggi, e con il supporto dell’associazione White Castle e dell’Amministrazione comunale.

Coinvolgente il gran concerto finale a cura dell’Orchestra Giovanile “Symbola Chopin”, composta da sessanta talenti e nata dal connubio fra l’Istituto musicale Chopin di Corigliano e il Laboratorio artistico Symbola di Ginosa. Gran parte degli allievi dell’orchestra ha già svolto e superato i vari esami di Certificazione di Competenza presso il Conservatorio “G. Paisiello” di Taranto punto di riferimento importante per le due realtà scolastiche.
Una scaletta musicale variegata ha allietato dall’inizio alla fine il pubblico accorso numeroso.

L’Orchestra ha eseguito brani di Sostakovic, Strauss, un medley di colonne sonore di Ennio Morricone e un omaggio alla musica latina. Emozionante e intensa la performance canora dei tre giovani talenti Gaetano Aita, che accompagnato dall’orchestra ha eseguito un classico della canzone napoletana “Te voglio bene assaje”, Chiara De Carlo con “I te vurria vasà”, e Maria Silvano con “Diamante” di De Gregori- Zucchero.

Soddisfatto il M° Giorgio Luzzi, direttore artistico, che ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della stagione concertistica, gli artisti che si sono esibiti e il Conservatorio Paisiello nella persona del Direttore M° Gabriele Maggi.

L’Orchestra Giovanile è stata egregiamente diretta dal M° Gabriele Maggi, direttore del Conservatorio “G. Paisiello”, e dal M° Eugenio Conforti docente dell’Istituto Musicale Chopin. Un esperimento che ha visto lavorare insieme gli alunni delle due scuole che, nonostante la fatica e le difficoltà dovute soprattutto alle distanze, sono riusciti a dar vita ad una esibizione straordinaria. “La nostra piccola “follia” – ha dichiarato il M° Maggi – si è trasformata in un grande lavoro appagato dall’entusiasmo e dalla bravura dei nostri allievi”.
Il Concerto di chiusura è stato indimenticabile, all’insegna del talento e della qualità artistica che hanno contraddistinto la serata presentata da Mario Amica, così come i precedenti appuntamenti.
La quinta edizione va in archivio con la consapevolezza di aver messo a punto una rassegna musicale di alto spessore che ha raccolto consensi e apprezzamenti da parte dell’intero comprensorio. L’appuntamento è al prossimo anno, con una nuova edizione ancora più ricca.

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna