Cosa spinge il neo consigliere avv. Nello Gallo a spendersi con un intervento sperticato per l'accelerazione della fusione Corigliano-Rossano? Perchè mai un neo consigliere appena appena sopraggiunto nel consesso regionale si impegna e si sbilancia in una causa che rischia di farlo diventare inviso alla maggioranza della cittadinanza dei suoi vicina di casa?

Questo perché è risaputo che ad esempio a Corigliano non hanno votato il 70% dei cittadini e dei votanti il 40% erano contrari.

Ma sopratutto come mai egli si espone nell'appoggiare e propugnare una fusione che lo vede, come Cassano, unico escluso dalla tavola imbandita?


L'arcano è, a mio parere facilmente svelato, l'avvocato Gallo, che non è persona sprovveduta, ha capito che con questa fusione i due Comuni, ormai concorrenti ed alternativi al suo nello sviluppo, in quanto lo hanno tenuto fuori dalla porta che invece si era aperta per il PSA, stanno andando incontro alla rovina preannunciata a causa dell'ineluttabile impasse economico-amministrativo nel quale stanno precipitando.


Questo proprio a causa di come si sta avviando e arrotolando su se stesso tutto l'affaire fusione, e quindi egli apporta tatticamente, la sua spinta verso il precipizio dove scaraventare le uniche economie dell'area Sibarita che potrebbero portare ombra ad una futura affermazione della Cassano- Castrovillari-Sibari, che emergerà per la disgrazia altrui ad unica Cittá futura della Piana.


Ecco, a mio parere, l'onorevole avvocato Gallo, nello spingere per la fusione non fa altro che tirare l'acqua al proprio mulino, altro che interessarsi del futuro di Corigliano-Rossano! finalità alla quale non crede nemmeno il più sprovveduto dei cittadini Coriglianesi, figuriamoci noi che sprovveduti lo siamo ma abbiamo lottato perché questo scempio non avvenisse e particolarmente in questo modo!


Onorevole Gallo, se la fusione tra Corigliano e Rossano le sta tanto a cuore, al punto da scrivere articoli pro ed andare a presenziare all'audizione regionale, sia coerente e conseguenziale al sua dire, chieda di far intervenire anche Cassano nella fusione e proponga quindi la terza gamba della maxi città, così da portare i benefici di cui godranno i cittadini Coriglianesi e Rossanesi, anche per i cittadini Cassanesi che sono, in fondo in fondo, i suoi concittadini da lei amministrati a lungo oltre che suoi elettori che si aspettano e meritano che lei si spenda anche nei loro interesse e non solo negli interessi di Corigliano-Rossano.


Mario Gallina

 

 


Commenti   

+3 #4 SARBATURI 2018-01-17 14:32
Gallina contro Gallo...sembra di essere in un pollaio
Citazione
+7 #3 spalmer 2018-01-17 09:37
gufi, gufetti, gufoni: con la palla di cristallo.
democratici a senso unico per i quali i referendum vanno bene, ma solo se sono a loro favorevoli!
Citazione
+8 #2 Fantasioso 2018-01-17 09:30
Quanta fantasia sprecata per la nostra letteratura.
Citazione
-2 #1 Travaglio 2018-01-17 09:08
Ben detto caro architetto. Stanno venendo fuori tutti gli altarini
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.