L’incontro si è tenuto presso il Circolo del PD di Corigliano Scalo.
La difficile fase politica nella quale viene a cadere l’imminente campagna elettorale impone a tutti i livelli del Partito Democratico un impegno davvero straordinario nel rapporto con gli elettori dei territori, coi collegi ed i loro problemi. Occorre massima attenzione nella scelta dei temi elettorali che dovranno riguardare i problemi generali dell’Italia ma che non possono sfuggire all’acutezza di quelli che vivono i singoli cittadini nei loro territori.

 Così per noi della sibaritide, assieme alle riconosciute eccellenze, vanno tenute ben presenti le criticità che viviamo per un sistema sanitario che ha difficoltà a garantire il diritto alla salute; per un sistema infrastrutturale e di trasporti sostanzialmente debole a sostenere le nostre ambizioni di crescita; per un sistema produttivo agricolo e turistico che ha difficoltà ad essere rilanciato; per la pervasività della criminalità organizzata e dei suoi mille modi in cui tenta di condizionare la politica e le istituzioni. Ma se tutto questo è necessario non è tuttavia sufficiente. L’accerchiamento mediatico del nostro partito, che tra mille peripezie e difficoltà ha retto bene alla prova di governo di questi difficili anni e paga ora il prezzo più alto dell’antipolitica, impone a noi uno sforzo in più in direzione del ricambio delle classi dirigenti, della trasparenza delle scelte e della massima vicinanza e sintonia con le speranze dei cittadini e dei nostri elettori che abbiamo il dovere di rimotivare e di convincere. Per questo va posta molta attenzione anche alle scelte delle candidature che non possono essere imposte o calate dall’alto e che non possono essere sganciate da un imprescindibile legame con il territorio. Ecco perché riteniamo che l'area compresa tra l'Alto e il Basso Ionio, passando per la piana di Sibari che è stata fortemente penalizzata nella scelta della sua rappresentanza politica nella scorsa tornata elettorale, deve tornare a giocare un ruolo da protagonista fin dalla decisiva selezione delle candidature alla Camera ed al Senato. Tra l’altro la mutata situazione amministrativa nata dalla fusione di Corigliano e Rossano, che ha di fatto creato la terza città più popolosa della regione, la presenza delle numerose comunità arbereshe, la rilevanza economica dell'area, la sua estensione e le sue espressioni culturali, richiedono da parte del Partito ad ogni livello scelte coerenti e in linea con le aspettative degli elettori e dei militanti. È necessaria dunque piena rappresentanza in Parlamento delle istanze provenienti dalle popolazioni di questo territorio i cui candidati e rappresentati non potranno che essere espressione di questa parte di Calabria: donne ed uomini che vivono e interagiscono con esso, che ne conoscono potenzialità e criticità e che quotidianamente sono riconosciuti parte integrante di una comunità. Solo così come PD potremo presentarci con le carte in regola alla difficile prova elettorale e sperare di conquistare il consenso degli elettori grazie anche alla convinzione con cui militanti, iscritti e dirigenti del PD potranno condurre questa difficile campagna elettorale.

Corigliano, 10/01/2018

Circoli PD e GD

Rocca Imperiale, Amendolara, trebisacce, San Lorenzo Bellizzi, Villapiana, Cerchiara, Roseto, Montegiordano, Oriolo, Spezzano Alb., San Demetrio, Vaccarizzo Alb., Corigliano, Rossano, Pietrapaola, Cariati.
     

 


Commenti   

+3 #5 ANGELO VITERITTI 2018-01-13 21:15
MAI votare per gli amici del giglio magico e la sua cerchia dei poteri forti Banca Etruria e speculatori compresi.
Citazione
+2 #4 Pianza 2018-01-13 19:58
Anche io sono di sinistra. Per la verità non sono deluso. La politica del nostro PD mi ha reso orgoglioso di essere di sinistra. Specie dopo il servizio di rete quattro sul nostro amata ex consigliere regionale. Noi di sinistra ci crediamo al popolo nel quale riponiamo le nostre speranze per le nostre future attese. Mi raccomando votare PD è un imperativo. Mi auguro che venga però candidato l'amico Franco, grande politico, che neanche di fronte alle Iene si è lasciato intimorire. D'altronde se sarà eletto la differenza di stipendio fra quanto prende e quanto prenderebbe sarebbe per davvero poca. Forza PD. Siamo tutti pronti. Tutti con te a fare campagna elettorale. Viva Franco...... Franchi e Ciccio Ingrassa.
Citazione
+4 #3 SARBATURI 2018-01-13 10:28
Condivido tutto quello che ha detto il Sig Palladio. La sinistra non avrà mai più il mio voto e molti simpatizzanti la pensano come me. Per i nostri politici ormai la cosa più importante è lo Ius Soli o l invasione programmarico delle nostre città da parte di persone che nn avrebbero alcun diritto di stare in Italia ma che noi purtroppo manteniamo e coccoliamo a scapito di pensionato e giovani per i quali nn ci sono risorse e sono costretti a fare le valige. VERGOGNA
Citazione
+6 #2 Palladio 2018-01-12 20:28
Vedete è dir poco una campagna elettorale difficile per il PD e non solo, ma aggiungerei di tutta la sinistra italiana.
Purtroppo io sono uno dei tanti delusi dal PD, che in passato ha dato consenso elettorale.
Non ci sarà nessun bel discorso che mi farà tornare sui miei passi.
Incasserete una umiliante sconfitta che non ha precedenti che purtroppo a non tutti dispiacerà poiché molti esponenti ci stanno solo per loro comodo.
Potevate aspettarvi gloria da questa tornata elettorale?
La gente ormai e stufa e non vede nessuna differenza fra sinistra e destra.
Avete gli stessi difetti e spesso siete arrivati con le stesse conclusioni.
Mi chiedo ancora come fate a sfornare promesse o soluzioni per migliorare il tenore di vita degli italiani quant'è che, insieme alla destra non avete fatto altro che massacrarli di tasse e come se non bastasse negargli pure il diritto alla salute e al lavoro.
Per me non esiste più perché è troppo la delusione di come avete, insieme alla destra distrutto questa nazione.
Citazione
-2 #1 simpatizzante PD 2018-01-12 19:20
Ritengo che mai, come in questa competizione elettorale, ci sia la possibilità di ottenere candidati al collegio camerale o senatoriale. Col fuggi fuggi che c'è dalle candidature nei collegi uninominlai (preferendo il listino del plurinominale) non credo che ci sia difficoltà a ottenere un candidato alla Camera (al sentato, con Crotone in mezzo, forse sarà più complicato).
Certamente poi dovrà esser votato ed eletto (prendere almeno un voto in più del secondo più votato)... :roll: :roll: :roll:
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.