Qualcuno si è sentito offeso. L’altra volta abbiamo definito “mendicati della fusione” coloro i quali vorrebbero ottenere una proroga sull’approvazione della legge relativa alla fusione dei Comuni di Corigliano e Rossano.

Insomma, tutti quelli che stanno provando a telefonare, ad andare e venire da Reggio e Catanzaro per ottenere la posposizione della data di entrata in vigore della legge “Graziano” a «la scadenza del mandato» – si badi bene con la medesima nonchalance da una sponda e dall’altra del Cino – probabilmente rimarranno delusi.

Perché lo scorso mercoledì, durante i lavori della prima commissione regionale “Affari istituzionali” presieduta da Franco Sergio, il vice presidente della Giunta, Antonio Viscomi è sembrato, non chiaro, chiarissimo: «La proposta di legge di fusione dei Comuni – ha detto e riportiamo testualmente dal verbale assembleare – deve essere approvata entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Burc dell’esito del referendum».

Da quel che si apprende, sarà necessaria un’altra riunione di commissione per audire i sindaci, ma l’iter di approvazione della legge dovrà concludersi nei tempi previsti.

Volendo testé tradurre, significa che se l’esito del referendum è stato pubblicato sul Burc il 23 novembre [http://burc.regione.calabria.it/…/p…/archivio/archivio.iface], per norma e regola, a meno che i “mendicati della fusione” non riescano a fare miracoli all’incontrario, entro il 23 gennaio verrà approvata la legge e poi arriverà il commissario. Con relativi scioglimenti di consigli comunali e giunte municipali.

E così sia – per come ha deciso il popolo –. Amen.

Nb. I miscredenti possono leggere qui:
http://www.consiglioregionale.calabria.it/portale/Istituzione/Commissioni/VisualizzaSommario/6079?comm=Prima

Luca Latella


Commenti   

0 #4 ANGELO VITERITTI 2017-12-08 14:29
Gentile Sig.ra Ferraro,mi dispiace dirle che con la sua" mente aperta" non ha capito proprio NULLA circa il mio pensiero, in risposta al Dott. Latella. Comunque non ci vuole molto a capire che entrambe le popolazioni sono totalmente indifferenti a questo imbroglio chiamato fusione che tra l'altro come si presenta la ritengo del tutto illegale per come è stata impostata dalla nostra Regione.Comunque, non si preoccupi questo è solo il mio modesto parere e sappi che il tempo come sempre è galantuomo.La saluto Cordialmente.
Citazione
0 #3 Angela Ferraro 2017-12-08 08:13
Citazione ANGELO VITERITTI:
A dire il vero, i mendicanti della fusione sono coloro,Lei compreso che pretendono la fusione con quattro miseri voti di referendum taroccato.La fantomatica fusione potete pure farla a livello burocratico ma sappiate che le distanze trai due popoli tale rimangono, se non aumenteranno e grazie al vostro mendicare.

Le distanze con persone dalla mente chiusa come la sua, rimarranno sempre ......
Citazione
+1 #2 Mario998 2017-12-08 00:17
Saranno tempi di crescita della consapevolezza dei cittadini che il voto è una cosa preziosa e non si può nè sprecare nè mercanteggiare. E' molto difficile crescere per l'uomo nella vera libertà. Manca un impegno disinteressato e ciò crea confusioni e mali crescenti fino alle guerre per l'incalzare di persone senza scrupoli.
Citazione
-5 #1 ANGELO VITERITTI 2017-12-07 16:36
A dire il vero, i mendicanti della fusione sono coloro,Lei compreso che pretendono la fusione con quattro miseri voti di referendum taroccato.La fantomatica fusione potete pure farla a livello burocratico ma sappiate che le distanze trai due popoli tale rimangono, se non aumenteranno e grazie al vostro mendicare.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.