100A: "… e il Bue chiamò cornuto l’Asino".
Le Associazioni, i Cittadini, i politici illuminati, il Popolo del SI, noi siamo l’Asino che da 4 anni si è caricato sulle spalle il fardello della Fusione e alla risposta:<<Fusione? Siete dei pazzi? Non si farà mai!>>, l’attualità ha dato la sua risposta!Il Bue che è rimasto al caldo nella sua stalla a ruminare le sue "sfighe", rappresenta gli altri.  In questi giorni c’è qualcuno che vorrebbe dare del cornuto all’Asino, dicendogli nella sostanza, togliti dai piedi che non servi più. Non va bene. Occorre mettere un pò d’ordine nelle cose.

Il Bue è fatto da quella gente indifferente, più la vecchia politica indolente:
-che ha permesso gli scippi di TRIBUNALE e dopo INPS, REGISTRO, ENTRATE, INAIL E QUANT’ALTRO;
-che da 10 anni non è stata capace di mettere la prima pietra all’OSPEDALE NUOVO già voluto agli Insiti per amore della Fusione;
-che ha distrutto 4 OSPEDALI e archiviata la SANITÀ del territorio;
-che non è stata capace di fare in 20 ANNI una STRADA VELOCE per Cosenza e Catanzaro, per non parlare della 106 sulla quale, quasi ogni giorno, si muore;
-che non sa cosa fare della dismessa CENTRALE ENEL, del PORTO DI CORIGLIANO, dei LAGHI DI SIBARI e per giunta ha paura dell’AEROPORTO.
E nonostante tutti questi ventennali “insuccessi …” quel Bue pretende che il Movimento pro Fusione se ne vada a fare la pipì, per continuare, lui, a dirigere la “baracca come prima”. 
  
Fuor di metafora diciamo a certa politica che l’abbiamo conosciuta molto bene sul fronte del NO e altrove, ambigua e bifronte. Ad essa diciamo in Co/Ro di stare “SERENA” perché LA FUSIONE È DEI CITTADINI, DI TUTTI I CITTADINI NON SOLO DEI TESSERATI E DEGLI ELETTI.
Noi del vasto Movimento pro Fusione sapremo bene difenderci e se necessario, ci metteremo di traverso alle prossime Elezioni (Politiche, Comunali e Regionali) facendo campagna SOLO per i candidati che hanno lavorato pro FUSIONE.
Alle prossime elezioni comunali, poi, chiederemo una consiliatura costituente che veda impegnate e unite, sui vari fronti, le persone migliori della Società, dei Partiti, dei Movimenti, delle Associazioni, dell’Imprenditoria chiamandoli alle loro responsabilità. 
NON SI TORNA INDIETRO!
Oggi che la I^ Commissione Consiliare si è accinta a riprendere i lavori sulla Legge Graziano, otterremo l’audizione del Comitato 100A, insieme ai due Sindaci e ai Presidenti rispettivi dei Consigli Comunali, per vagliare e poi scegliere le ipotesi migliori che consentano di arrivare alle prossime Elezioni del Comune Unico, nei tempi più prossimi ma di certo compatibili, per un verso con la necessità di limitare al massimo il tempo di “reggenza” del futuro Commissario e per altro verso consentire che, le varie componenti sociali, politiche, economiche, amministrative, possano amalgamarsi in vista dell’appuntamento costituente.
MA NON SARÀ CONSENTITO DI CATAPULTARE LE ELEZIONI ALL’ANNO 2019
Comunque da una concertazione adeguata MOVIMENTO/ISTITUZIONI potrà scaturire la soluzione politico-amministrativa, la più soddisfacente per i cittadini.

Il Comitato, nel frattempo, continuerà a lavorare con il suo metodo senza barriere affinché donne e uomini di levatura siano pronti a sacrificarsi per dare al nuovo Comune unico “Corigliano Rossano” le prospettive di progresso che esso merita: 
AL CENTRO DELLA PIANA DI SIBARI.
 
                                                                                    IL COORDINATORE
                                                                               (AMERIGO MINNICELLI) 

 


Commenti   

-1 #2 FINALE 2017-12-06 23:51
Viteritti non è una partita. Comunque ora basta. Questa vicenda della fusione mi aveva un po stimolato. Le tue risposte passate e la tua costanza pure. Ma non capite cosa importa veramente. Richiudo porte e finestre.
Citazione
0 #1 ANGELO VITERITTI 2017-12-06 18:04
Caro Avv. Minnicelli ,ma quando avvenivano tutti gli scippi da Lei enunciati compresi la "distruzione dei 4 Ospedali" ecc. ecc., per colpa del Bue e della gente indifferente forse con le sue 100 A forse si ere trasferito in America?Adesso è ritornato e con quei quattro miseri voti a favore del SI ottenuti con una farsa di referendum costruito ad arte per favorire un'astensionismo di massa pretenda pure di Comandare? Secondo Lei con la stragrande maggioranza dei cittadini astenuti compresi i voti contrari è POLITICAMENTE NORMALE IMPORRE QUESTA FUSIONE? Comunque sono convinto che questa partita non è ancora conclusa.La saluto Cordialmente.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.