Sabato 14 ottobre p.v. si terrà presso la sede CISL di Rossano in Viale Margherita 188 un pubblico dibattito per discutere dell’importante tema riguardante la Fusione dei Comuni Rossano – Corigliano, che vedrà la cittadinanza dei due comuni limitrofi ad esprimersi alle urne nel merito, giorno 22 Ottobre 2017.

Numerose saranno le tematiche ed i punti cardine sul quale verterà l’incontro, e dove verranno spiegate in maniera esaustiva le motivazioni e l’importanza vitale rappresentate da questa Fusione, forse ultimo baluardo, capace di garantire oltre ad una nuova linfa vitale al nostro già martoriato territorio, anche numerosi vantaggi quali: un maggior peso politico ed economico capace di garantire una maggiore rappresentatività istituzionale unitamente ad una maggiore strategia per la programmazione territoriale; una maggiore possibilità di ottenere fondi europei e nazionali; una maggiore attrattività turistica e imprenditoriale, con maggiori servizi; una migliore offerta sanitaria con la costituzione dell’ospedale unico; ed in ultimo, ma non di minor importanza, un accrescimento delle opportunità occupazionali per i numerosi giovani disoccupati del nostro territorio.

Dopo i saluti del Seg. Zonale Ionio-Sila Pasqualino Spataro, il dibattito sarà presieduto dal Seg. Gen.le della CISL di Cosenza Tonino Russo, sono previsti gli interventi dell’On. Giuseppe Graziano, dell’On. Franco Sergio, dell’On. Mimmo Bevacqua, dell’Avv. Amerigo Minnicelli Coordinatore del Comitato 100 Associazioni, del Seg. Reg.le Gen.le FAI-CISL Calabria Michele Sapia e del Seg. della FNP CISL Calabria Fiore Madeo le conclusioni saranno affidate al Seg. Gen.le della CISL Calabria Paolo Tramonti.

La cittadinanza, vista l’importanza della tematica è invitata a partecipare.

IL SEGRETARIO USZ-IONIO SILA

Pasqualino Maria SPATARO

 


Commenti   

+1 #6 Domenico Mazza 2017-10-13 00:05
Citazione ANGELO VITERITTI:
Dott.Mazza,mi Perdoni ,ci mancava pure che Lei facesse da difensore d'ufficio, di questa ormai inutile casta, sempre più lontani dai problemi dei lavoratori e della gente, lontani dalle problematiche della nostra Sanità poichè come Lei dice la soluzione spetta ad altri mentre lor signori assistono impassibili!Però guarda caso sempre presenti e compatti su altri problemi di cui non mi pare che rivestono carattere d'urgenza.Meglio se questo confronto pubblico fosse avvenuto sulla insostenibile situazione della sala prelievi dell'Ospedale di Rossano e sulla Sanità dei nostri presidi.Capisco che queste cose possono aspettare,e che la lingua(fusione) batte dove il dente duole.Cordialmente Angelo Viteritti NO FUSIONE W CORIGLIANO W ROSSANO AUTONOMI

Sig. Viteritti, le ripeto la professione forense non mi appartiene, ho solo detto che mi sembra opportuno che ognuno risolva le problematiche in base a quello che prevedono gli incarichi. Non le sembra esagerato definire assetati di potere tutte le categorie sociali e confederate che si schierano per il si? Stiamo parlando di una città di medie dimensioni, che per carità occuperà un posto di rilievo anche nel panorama nazionale, ma non si sta fondendo Tokio a Yokohama, dove la popolazione ammonterebbe a 30000000 di abitanti. Nell'ultima ipotesi cosa dovremmo aspettarci che a sponsorizzare la causa dell'eventuale fusione scendano anche gli dei dell'Olimpo, poiché bromosi dei poteri che si determineranno? Come sempre la saluto cordialmente, Domenico Mazza.
Citazione
0 #5 ANGELO VITERITTI 2017-10-12 20:03
Dott.Mazza,mi Perdoni ,ci mancava pure che Lei facesse da difensore d'ufficio, di questa ormai inutile casta, sempre più lontani dai problemi dei lavoratori e della gente, lontani dalle problematiche della nostra Sanità poichè come Lei dice la soluzione spetta ad altri mentre lor signori assistono impassibili!Però guarda caso sempre presenti e compatti su altri problemi di cui non mi pare che rivestono carattere d'urgenza.Meglio se questo confronto pubblico fosse avvenuto sulla insostenibile situazione della sala prelievi dell'Ospedale di Rossano e sulla Sanità dei nostri presidi.Capisco che queste cose possono aspettare,e che la lingua(fusione) batte dove il dente duole.Cordialmente Angelo Viteritti NO FUSIONE W CORIGLIANO W ROSSANO AUTONOMI
Citazione
-2 #4 gargaredda 2017-10-12 15:12
Si si andiano appriesso ai sindacati che se chiami uno rumeno o della bulgaria a raccogliere le clementine ti dicono che gli devi mettere le giornate altrimenti ti fanno le multe. Gliele pagassero loro le giirnate alla prividenza sociale. Che noi i soldi e la giornata la biamo sempre pagata e li facciamo pure la spesa. Mica noi possiamo andare a capo sotto per i contributi perche' poi la previdenza soxiale ci deve pagare le penzioni e le malattie a truccu che quelli di Rossano e tutti gli statali si prendono.
Citazione
+8 #3 Domenico Mazza 2017-10-12 10:17
Citazione ANGELO VITERITTI:
Alla vergogna non ce mai fine.I nemici di questo territorio e dei lavoratori,anzichè occuparsi dei problemi veri come quelli denunciati sulla Situazione Sala Prelievi dell'Ospedale di Rossano e della vergognosa situazione in cui versa la nostra Sanità,passano il loro tempo per raccattare qualche voto per la loro fuffa fusione.Meditate gente di Corigliano e di Rossano,tutto questo accerchiamento e la dimostrazione dei tanti oscuri interessi che ruotano attorno a questa sciagurata scelta.Angelo Viteritti NO FUSIONE

Sig Viteritti, hanno organizzato un confronto pubblico, non una mattanza. Della situazione in cui versano i presidi spoke dovrebbero interessarsi le autorità competenti, non i sindacati, questi ultimi per loro natura essendo gruppi di pressione esercitano, o quanto meno dovrebbero esercitare gli interessi delle classi sociali nei contratti di collaborazione collettivi. Il degrado sanitario andrebbe denunciato in altre sedi. Cordialmente, Domenico Mazza
Citazione
-6 #2 il brigante 2017-10-12 09:47
dopo la fusione saranno tutte rose e fiori. di colpo spariranno tutti i problemi del territorio, causati da questa classe politica mediocre. con il vostro si vi faranno l'aereoporto, una grande stazione ferroviaria, non ci sarà più dicoccupazione, le opere pubbliche saranno realizzate tutte, l'ospedale della sibaritide sarà realizzato al massimo entro un anno e per dargli più importanza sarà realizzato un ponte con la grecia. Però si dimenticano di dire che questi due bei paesi sono da anni amministrati dalle stesse persone che ora si vogliono fondere.
Citazione
-10 #1 ANGELO VITERITTI 2017-10-11 20:45
Alla vergogna non ce mai fine.I nemici di questo territorio e dei lavoratori,anzichè occuparsi dei problemi veri come quelli denunciati sulla Situazione Sala Prelievi dell'Ospedale di Rossano e della vergognosa situazione in cui versa la nostra Sanità,passano il loro tempo per raccattare qualche voto per la loro fuffa fusione.Meditate gente di Corigliano e di Rossano,tutto questo accerchiamento e la dimostrazione dei tanti oscuri interessi che ruotano attorno a questa sciagurata scelta.Angelo Viteritti NO FUSIONE
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 
 

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.