Il 16 ottobre dibattito sul SI alla fusione
ROSSANO - Manca ormai poco al referendum consultivo del 22 ottobre in cui i cittadini di Corigliano Calabro e di Rossano saranno chiamati ad esprimersi sul progetto di fusione in un’unica grande città. La Cgil Comprensoriale Pollino-Sibaritide, sulla scia di quanto deciso nell’Assemblea del 27 luglio scorso, ha affrontato in maniera decisa e compatta la campagna promozionale per il SI al referendum auspicando la buona riuscita del progetto.

 

“Fusione come punto di partenza e non come traguardo per il territorio della Sibaritide che dovrà, una volta costituita la nuova Città, saper guardare a nuove forme di integrazione istituzionale che promuovano la “Città di Sibari” ed il dialogo con l’Alto/Basso Jonio e l’area del Pollino” si legge nel documento approvato, prospettiva di sviluppo economico, sociale e politico cui il sindacato guarda con particolare attenzione. Un cambio di passo, non solo dal punto di vista economico ma di ricambio di classe dirigente; l’auspicio è infatti questo, che la fusione sia anche il mezzo attraverso il quale assistere ad un rinnovamento della classe politica chiamata a guidare questa svolta epocale per il territorio.

 

La campagna referendaria si è ormai conclusa, ed in questo contesto lunedì 16 ottobre alle ore 17 nei locali dell’ex Delegazione Comunale di Piazza Montalti è stato organizzato il dibattito conclusivo della Cgil comprensoriale a favore del SI referendario. L’appuntamento, moderato da Ciccio Ratti dell’agenzia di comunicazione Micilab, vedrà confrontarsi in un articolato dibattito Giuseppe Guido, Segretario Generale Cgil Comprensoriale, il Vice Presidente della Regione Calabria Antonio Viscomi e il Consigliere Regionale Carlo Guccione. Le conclusioni saranno affidate ad Angelo Sposato, Segretario Generale della Cgil Calabria.

Un momento di confronto cui prenderanno parte cittadini, esponenti della politica e della società civile e quanti sono interessati ad approfondire l’importanza di un voto positivo al progetto di fusione e ai vantaggi che questo comporterà per il territorio.

                                                                   

Cgil Comprensoriale Pollino – Sibaritide

 


Commenti   

-1 #4 Iluc_spacca 2017-10-12 23:09
Hahah il 22 sera un coro
Di si vi seppellirà!
Citazione
-3 #3 ZU Filippi 2017-10-12 16:38
Secondo me è meglio: TUTTI UNITI...SEPARATAMENTE
Citazione
-4 #2 il brigante 2017-10-12 09:49
i soliti leccapiedi della borghesia
Citazione
-9 #1 ANGELO VITERITTI 2017-10-11 22:20
Dopo la CISL non poteva mancare all'appello la CGIL,manca all'appello solo la UIL, ma non tarderà ad arrivare.La grande macchina di guerra con le 100 A con tutte le categorie professionali:Avvocati,Ing.,Architetti ,Medici,Imprenditori,Parititi politici e movimenti di ogni estrazione ideologica,Notai,Poteri forti con Massoneria compresa e Connsiglieri Regionali ex Deputati, tutti uniti e compatti pronti a sbranarsi la nostra povera Corigliano con la loro tanta amata Fusione!Mi chiedo ma quali oscuri interessi unisce tutta questa Variegata Compagnia?Come sono bravi a pensare al nostro futuro e quello dei nostri figli.Peccato che si sono svegliati solo per l'occasione fusione.Peccato che non hanno tirato fuori tutto questo generoso impegno per la nostri Ospedali e la nostra Sanità da anni allo sbando.Peccato che si sono pure dimenticati la strada 106,quella definita della morte,del Porto, della Centrale Enel, del Tribunale, dell'Agricoltura e della Occupazione tanta cara ai bravi Sindacalisti schierati per la fuffa fusione.Meditate gente meditate e ricordatevi il detto" che chi ti accarezza vuole l'anima".Angelo Viteritti NO FUSIONE W CORIGLIANO E W ROSSANO AUTONOMI
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 
 

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.