GENTAGLIA DI MERDA ! NON FACEVA DEL MALE A NESSUNO IL PICCOLO ROSS.


Commenti   

+3 #5 Mea 2018-05-13 15:59
Mi fate pena quanto vorrei incontrare gli autori di questo gesto da infami
Citazione
+4 #4 Zaly 2018-05-13 13:13
Queste persone sono rifiuti della società. Siccome vivono frustrati e sono persone inutili, scaricano la loro inettitudine così. Il veleno dovrebbero metterselo nel loro di cibo per liberare la società civile di loro che sono solo abomini umani... Meno dei quaqquaraqua
Citazione
+3 #3 Shock 2018-05-13 11:32
Mi chiedo come si possa uccidere un piccolo cane, quanto barbara possa essere una persona per compiere atti del genere. Chi ha queste capacità è sicuramente pronto ad uccidere anche un essere umano, per questo le leggi dovrebbero essere cambiate, mi vergogno profondamente, dinanzi a questi atti e non solo, di appartenere alla specie umana.
Auguro a questo meschino assassino di provare nella vita le sofferenze che ha fatto patire a questo povero animale.....anche se posso già immaginare quanta soddisfazione possa provare sentendosi adesso un grande uomo di rispetto che ha fatto capire chi comanda e chi è più forte, facendone motivo di vanto con qualche suo simile!!Vergognati....povero eretto su due zampe! Ma in che mondo viviamo??
Citazione
+3 #2 ALDALBERTO 2018-05-13 09:51
BASTARDI! è DIR POCO GENTE SENZA CUORE DENUNCIATELI POVERO CANE ALMENO NON AI SOFFERTO IO DICO A QUEI BRAVI SIGNORI CHE SICURAMENTE LEGGONO DEVONO FARE PEGGIO AVVOI QUESTO CHE AVETE FATTO A QUESTA POVERA BESTIOLA BRUSTTI BASTARDI SCHIFOSI NONAVETE CUORE PIGLIATEVELA CON LE PERSONE NON FINIRO'MAI DI CHIAMARVI BASTARDI IO VENGO SPESSO A CORIGLIANO MA NON CI ABITO PER FORTUNA PER NON CHIAMARVI ALTRO...M.....I MA NEMMENO QUELLO LORO ALMENO ANNO GLI ATTRIBUTI NON COME VOI VERMI SCHIFOSI CHE VE LA PRENDETE CON UN CANE..
Citazione
+3 #1 Giuseppe Maculato 2018-05-13 09:09
Si resta senza parole!!!!
È vero! In città ci sono centinaia di cani randagi che, molto spesso, creano disagi un po' a tutti. La buona norma civica dovrebbe prevedere, per come succedeva ai tempi di Rafaniellj che si procedesse ad accalappiare tali cani è portarli ad un Canile che, purtroppo, qualcuno non volle nel lontano 1999 presso la contrada Cicirielli di Corigliano.
Ma questo lacunosa senso civico non autorizza nessuno nell'uccidere inermi cagnolini che, molto spesso sono finanche adottati dai quartieri nei quali decidono di soggiornare. Se dovessimo misurare l'amore di un uomo questo non può prescindere dall'amore verso gli animali. Che dire? Si resta senza parole. Il qualunquismo di questa città ne è il suo negativo vanto. Paese con molta storia ma con pochi protagonisti se non qualche bulletto che dietro l'ignobile gesto di un pezzo di carne avvelenata tradisce l'amore di un amico a quattro zampe che vive solo per dare amore.
Bisognerebbe condannare il gesto e vergognarsi delle tante in differenze ma che vuoi..... Corigliano è il paese dove impera una considerazione, una valida su ogni cosa che si dice..... "chj mi nnj frica a mia....
Ciao piccolo amico a quattro zampe che sei stato ucciso, perché di questo si tratta, solo dalla insensibilità di un paesotto che anche se ora di settanta mila anime è sempre un paesotto di gente, per lo più, incolta, insensibile, senza amore e senza la condivisione dell'amore....., ad un cane!!!!! Figuriamoci verso l'uomo.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.