Da molto tempo si sta denunciando la grave situazione che si verifica su territorio comunale in merito alla presenza di numerosi cani randagi i quali sono un problema che l’amministrazione non riesce a risolvere.  Questi animali, che non sempre sono aggressivi, sono un potenziale pericolo per le persone e la circolazione.

 I cani randagi sprovvisti di microchip in base alla normativa vigente sono di proprietà pubblica e pertanto è il Comune che deve interessarsi per la risoluzione del randagismo con strumenti adeguati e senza falsi proclami. 

LE CAGNE SI STANNO MOLTIPLICANDO A VISTA D'OCCHIO. 
VILLA MARGHERITA È  DIVENTATO UN CANILE ALL'APERTO.
SU VIA ROMA È  DIVENTATA IMPOSSIBILE LA CIRCOLAZIONE, SBUCANO CANI DA TUTTI I VICOLI. 
UNA SIGNORA È  STATA MORSA DA UN RANDAGIO, NON PERCHÉ AGGRESSIVO, MA STAVA LITIGANDO X UNA CAGNA IN CALORE. 
X RISOLVERE IL PROBLEMA BISOGNA DENUNCIARE IL COMUNE 😈 X FARLO DOBBIAMO ESSERE TUTTI UNITI.

 


Commenti   

0 #5 Rabber 2017-05-13 01:52
Capisco la situazione ma questa notizia mi sa di falsa..
Perché una signora non può avere le mani di un bimbo, e anche probabile che mi sto sbagliando..
Il problema e che qui non funziona niente, in via giannone esistevano i dossi ora scomparsi nel nulla, mentre auto e furgoni giorno e notte corrono come se ci fosse una pista.
Il 3/05/017 il mio cane e stato investito per mia distrazione, ma c'era una mia vicina che ha visto tutto a cercato in tutti i modi di far rallentare il furgone rischiando di essere travolta anche lei.
E la maggior parte delle auto e furgoni che corrono sono targate rumene o bulgare.
Non voglio discriminare ma prima bisogna fare pulizia tra le persone dette civili che tanto civili non sono.
Se ci sono anche tanti randagi e anche perché tanti signori li hanno abbandonati...
E per quando ne so, se il cane morde e perche viene stuzzicato io ci sono nato nei cani ne ho avuti tanti e in 27 anni non ho mai incontrato un randagio che ha tentato di aggredirmi..
Quindi determinati commenti potete evitarli...
Citazione
+7 #4 Angelo Scaglione 2017-05-12 16:39
Egregia anonima, se è vero, fatti risarcire dalla Chiurco.
Citazione
+2 #3 Pera 2017-05-12 14:42
Assessore chiurco , se ci sei , batti un colpo.i cani randagi sono pericolosi per le persone e vanno abbattuti.di sera sono padroni assoluti della città. Poche sere fa allo scalo a via fontanelle sono stato aggredito per fortuna senza conseguenze per mia fortuna ho trovato un pezzo di legno.
Citazione
-5 #2 Cuoredicane 2017-05-12 11:16
Non ho capito bene.
Il cane che ha morso la signora stava litigando per una cagna in calore?
Ma stava litigando con chi?
Con la cagna?
Con la signora?
La cagna in calore era della signora e la signora non voleva che la cagna si accoppiasse e, quindi, si è messa in mezzo e si è beccata il morso?
Scritto confuso e poco credibile. Poi, per carità, quello dei randagi è un problema, e mi riferisco ai randagi in ambito canino ma anche, e soprattutto, umano.
Cordialmente.
Cuoredcane
Citazione
-6 #1 Paesano 2017-05-12 09:50
Questa è un'altra pecca dove si da poca attenzione o per niente. Bisognerebbe a mio avviso, non denunciare il Comune, ma denunciare al Comune i fatti che accadono e la necessità di risolvere quest'altro problema, altrimenti sarà l'ennesimo pinc ponc... Trovare un luogo, chi li accudisce, chi li cura, chi gli costruisce un futuro... Non creiamo situazioni di scarica barile, è così che ci si impantana.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.