Venerdì 13 luglio 2018, alle ore 19,00 presso il Centro Mondiversi in via Montessori, snc a Corigliano-Rossano, si terrà la presentazione del libro “MATRIMONIO SIRIANO” di Laura Tangherlini, giornalista RAI news24. L’iniziativa è promossa e sostenuta dall’Associazione Mondiversi Onlus, dal Centro Antiviolenza Fabiana e dall’Associazione MondiDonna.

Sarà presente l’autrice che ha reso le sue nozze un progetto solidale per i profughi siriani in Turchia e Libano, da cui ha tratto oltre al libro, un reportage video e una canzone.
Modera l’incontro Antonella Martilotti responsabile “Centro accoglienza Scheria”.
Innovativa la formula di presentazione che vedrà la partecipazione del musicista marco Ro’, marito dell’autrice.
Il libro ha la prefazione di Gianantonio Stella e l'introduzione di Corradino Mineo.
Attraverso la vendita del volume l'autrice Laura Tangherlini intende destinare tutti i suoi diritti di autore ad ulteriori progetti di sostegno per i siriani, coinvolgendo varie ong, in primis Terre des Hommes.

ll matrimonio è per eccellenza un atto d’amore. Amore tra due persone – marito e moglie – ma anche, nel caso della giornalista di Rainews24 Laura Tangherlini e del cantautore Marco Rò, amore verso un paese martoriato dalla guerra civile, la Siria.
La coppia ha deciso infatti di dedicare le proprie nozze al popolo siriano, e in particolare ai profughi che dalla Siria sono fuggiti in Libano e Turchia.
“Nel libro storie di siriani torturati per ordine del regime, testimonianze di famiglie finite ostaggio nei quartieri dei ‘ribelli’, storie di palestinesi che si vedono arrivare nei campi tutti quei siriani dei quali, un tempo, diffidavano”, ha scritto Corradino Mineo nell’introduzione al libro.
“Una sola cosa unisce quasi tutti i protagonisti: il rimpianto, il desiderio struggente di tornare là dove un tempo era la loro casa, in quella terra avita che i più giovani ricordano appena. È un desiderio forte che l’autrice condivide, in cui si riflette e che sublima nel suo amore per la Siria”.

L’Associazione Mondiversi onlus dal 2016 si dedica all’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati sbarcati nel porto di Corigliano. Le loro storie, i loro visi si intrecciano con le storie e i visi di tutti gli operatori che si occupano di loro e che hanno il compito importante di guidarli fino a quando non potranno tracciare da soli il loro cammino. La struttura che ospita i minori stranieri non accompagnati si chiama “Scheria”, proprio come quella terra fantastica di passaggio di cui si parla nel poema Omerico “L’Odissea”.
L’approdo di viaggiatori erranti in questo lido è accompagnato dalla speranza di una vita migliore e dal desiderio non tanto nascosto di tornare un giorno nella loro terra.
Così come speriamo per i profughi siriani e per tutti i migranti

Corigliano-Rossano, lì, 12/07/2018
Associazione Mondiversi onlus
Antonio Gioiello
 

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.