E’ quanto accaduto nel processo penale a carico di I.C., difesa dall’avv. Raffaella Accroglianò, accusata di reato di cui all’art. 110, 81 cpv e 629 c.p. “ … perchè in concorso con altre persone … nella veste di socia e legale rappresentante della Coop. S.L. … dopo aver assunto alle sua dipendenza le persone offese … , con la promessa di successiva regolarizzazione 

anche al fine di far ottenere loro i benefici della tutela previdenziale agricola, regolarizzazione mai avvenuta ai fini previdenziali, poneva in essere reiterate minacce nei loro confronti in particolare quando venivano condotti sui campi di raccolta … così da farli lavorare oltre l’orario concordato … in orario notturno e in condizioni metereologiche proibitive e da porli in una condizione lavorativa disumana e in uno stato di soggezione tale da non poter rifiutare di sottostare a dette pretese … il tutto posto n essere dall’indagata per conseguire un ingiusto profitto …”.

Dopo una requisitoria del P.M. all’esito della quale era stata chiesta la condanna per estorsione di I.C. alla pena di anni tre e mesi due di reclusione ed Euro 2.000,00 di multa, il difensore dell’imputata concentrava l’intera linea difensiva sulla inattendibilità delle persone offese, l’assenza di ulteriori elementi conducenti verso la certa attribuibilità dei fatti contestati a I.C., prove sottratte alla verifica del contraddittorio, chiedendo per la sua assistita esclusivamente la piena assoluzione per insussistenza del fatto attesa la totale mancanza, sottolineava il difensore, di quel controllo necessario sulla credibilità soggettiva di chi rendeva le dichiarazioni accusatorie attraverso un giudizio penetrante e rigoroso che, nel caso, dava esito negativo sul piano della prova a carico.
All’esito della requisitoria del P.M. e della discussione dell’avv. Accroglianò la sig.ra I.C. veniva assolta dal reato a Lei ascritto accogliendo interamente gli argomenti di fatto e di diritto spiegati dalla difesa.  

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.