Liberazione dell’imputato A.A. , detenuto dall’aprile dello scorso anno per le gravi accuse mosse dal padre – A.G. - per presunta estorsione, maltrattamenti in famiglia, lesioni gravi e danneggiamenti.
Il Tribunale collegiale di Castrovillari ha disposto la scarcerazione di A.A., difeso dall’avv. Raffaella Accroglianò, disponendo l’assoluzione dal reato di cui all’art. 572 c.p., la derubricazione del reato più grave di estorsione, in esecuzione al provvedimento di custodia cautelare prima in carcere e poi ai domiciliari, disposto dal G.I.P. .

Soddisfazione manifestata dal difensore che ha evidenziato, nella discussione, preliminarmente la contestualizzazione della vicenda, la debolezza di determinati soggetti lasciati soli, non solo dalla famiglia, che subiscono spesso il peso della loro condizione , facendo emergere , all’esito dell’istruttoria dibattimentale, una vittima differente dalla persona offesa che è stata proprio l’imputato.
A.A era stato raggiunto da ordinanza di custodia cautelare nell’Aprile dello scorso anno, prima in carcere poi ai domiciliari, perché accusato di estorsione per aver asseritamente minacciato in più occasioni il padre A.G. di averlo ammazzato se non gli avesse consegnato somme di denaro nonché per aver , in tempi e modi diversi, in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, con violenza consistita nel percuotere A.G. cagionando allo stesso lesioni gravi e per aver maltrattato continuamente A.G. operando anche danneggiamenti a cose.
La difesa ha sottolineato come le contestazioni addebitate sono state decisamente smentite da testimoni disinteressati e lineari nella loro esposizione oltre alla copiosa documentazione prodotta sin dalla costituzione delle parti in dibattimento.
L’avv. Accroglianò aggiunge “ … in una società civile, sorda a volte ai bisogni e alle necessità dei più deboli, è necessario perseverare e solo affrontando con sensibilità, tenacia, coraggio e fiducia, le situazioni più delicate, può raggiungersi il faticoso traguardo della giustizia”.

Il Tribunale, dopo la discussione dell’avvocatessa, ritiratosi in camera di consiglio per circa due ore, hadisposto l’immediata scarcerazione di A.A.

Artt 56,629 comma 1, 2 in relazione all’art. 628 comma 3 n. 3 bis cp – art. 81 cpv 56 – 610 cp - artt. 582, 583, 585 comma 2 ed in relazione all’art 577 e 576 n. 1 (con riferimento all’art. 61 n. 2) cp - 572 comma 1 cp 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.