Il quarantenne vittima della S.S.106 in un impatto nella mattina di oggi a Rossano
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” con dolore e sconforto rende noto l’ennesimo incidente mortale avvenuto a seguito di uno scontro che ha coinvolto una autovettura Audi A4 e un Furgonato. L’impatto è avvenuto questa mattina sulla S.S.106 a Rossano. Nel sinistro ha perso la vita Lorenzo Simeri di 40 anni.
LEGGI TUTTO


Commenti   

+1 #4 Paesano 2017-06-19 09:48
Purtroppo gli incidenti mortali che accadono su questa strada sono tanti, troppi, ma vedo fare ben poco se non niente per evitare questo. Le cause possono essere molteplici, questo per i singoli casi non spetta a noi stabilirlo. Sarà la velocità, il bere di tanti, i troppi incroci di ogni genere che ci sono, troppe curve veloci, ma sicuramente non basta una striscia continua ed un divieto di velocità (70 kmh) per tutta la SS 106 ad evitare gli incidenti. Evidentemente ci vuole ancora altro e di questo altro non se ne vede l'ombra. Bisogna anche vedere un altro aspetto, secondo me: la competenza. Ma c'è competenza da parte di chi opera le dovute disposizioni e segnaletiche su questa strada? Prendiamo ad esempio il tratto che va da Corigliano a Rossano, circa 15 minuti di percorrenza in auto, c'è solo un tratto di circa 100 m. di "linea tratteggiata" dove si può sorpassare, con in quel tratto 4 incroci, e poi per un chilometro circa di rettilineo senza nessun incrocio cointinua il tratto di "linea continua" con divieto di sorpasso. Mi chiedo, allora, ma con quale criterio si stabilisce questa disciplina stradale? Mi sembra molto anomalo tutto questo. Poi per non parlare di quei "tipi strani" che camminano a circa 30 kmh con una mezza auto nella corsia normale e mezza auto oltre la striscia bianca di emergenza. Che dovremmo fare, sorpassare e farci multare, come è capitato a me, oppure fare chikometri di fila a 30 kmh con tutte le dovute conseguenze? Ecco, sono tante le cause di un incidente, sicuramente l'alta velocità è la prima causa, ma ci sono tante altre "concause" che determinano incidenti e spesso mortali: "regole sbagliate", che a lungo andare possono turbare la psiche di un qualunque conducente ed indurlo alla prima occasione ad azzardare una manovra imprudente; e poi in primis è l'abbandono ed il menefreghismo di chi dovrebbe invece MONITORARE PASSO PASSO CON COMPETENZA E PREPARAZIONE TUTTA LA SS 106 BIS per trovare soluzioni progettuali adeguate a rendere più sicura una strada già di per se denominata "la strada della morte". Non potete fare sonni tranquilli, "VOI" avete il dovere di risolvere il problema.
Citazione
+6 #3 c.man 2017-06-18 12:30
nel tratto di strada tra fabrizio e c.da Piragineti sono avvenuti tanti incidenti mortali negli ultimi anni. Invece di mettere gli autovelox in posti inutili (come ha fatto il comune di Cassano nei pressi del cavalcavia sulla ss degli Stombi, con il chiaro intento di fare cassa), sarebbe eticamente giusto metterne un paio di autovelox (o misure alternative) in quella zona, al fine di dissuadere i soliti "Schumacher" a provocare incidenti mortali per se stessi e per gli altri.
Citazione
+6 #2 Rocco Chiaro 2017-06-18 10:17
Dall'immagine sembra che l'incidente sia avvenuto in una curva è verosimile che l'evento si sia verificato per l'imprudenza di qualcuno che, fra i coinvolti, non ha rispettato i divieti che in quel tratto sono presenti. È, comunque, triste che si abbiano a registrare ancora questi luttuosi eventi.
Citazione
+9 #1 Quanta ipocrisia 2017-06-17 19:37
Ovviamente non poteva mancare il solito comunicato stampa ipocrita.
Ovviamente la colpa è della 106, non è dell'alta velocità.
Ovviamente il codice della strada è un optional.
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 
 

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.