Termina positivamente la vicenda processuale che ha visto coinvolta la coriglianese D.S., denunciata dalla famosa conduttrice televisiva Barbara D’Urso per essere stata diffamata nel corso di una trasmissione mandata in onda il 24/01/2016 su “Mediaset Canale 5”.

In particolare la conduttrice Barbara D’Urso nel corso della trasmissione aveva trattato l’argomento riguardante la procedura di riconoscimento giudiziale della paternità avviato da Francesca Michelon nei confronti del batterista dei Pooh, Stefano D’Orazio. Nello specifico, la giovane coriglianese D.S. inviava un messaggio tramite il proprio profilo Facebook all’indirizzo della conduttrice televisiva Barbara D’Urso, offendendola con frasi dal contenuto diffamatorio.La sig.ra D.S. veniva pertanto denunciata dalla conduttrice televisiva per il reato di diffamazione aggravata dall’utilizzo di uno strumento, quale quello del social network Facebook, idoneo a far conoscere le infamanti accuse ad un numero indeterminato o comunque quantitativamente apprezzabile di persone.La Procura della Repubblica del Tribunale di Monza, avviava pertanto una indagine finalizzata all’accertamento della precisa identità del soggetto che aveva inviato il messaggio e tale soggetto veniva con certezza identificato nella coriglianese D.S.Nel corso del successivo processo celebrato presso il Tribunale di Monza la sig.ra D.S. è stata assistita dall’Avv. Pasquale Di Iacovo, il quale forniva una serie di elementi volti a dimostrare che le accuse rivolte dalla sig.ra D.S. alla conduttrice televisiva Barbara D’Urso, seppur aspre ed offensive, costituivano tuttavia un legittimo esercizio del diritto di critica, in quanto la conduttrice televisiva aveva condotto la trasmissione televisiva schierandosi apertamente a favore del batterista dei Pooh e dunque aveva posto in essere una condotta non imparziale, che ben prestava il fianco alle pesanti critiche ricevute.Il Tribunale di Monza, condividendo le argomentazioni del penalista coriglianese, ha ritenuto insussistente il contestato reato di diffamazione aggravata.

 


Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Sondaggio

Corigliano-Rossano FUSIONE?

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.