Mai più Soli,venerdì 13 presentazione progetto. Ore 10,30 Sala Rossa Castello Ducale 
Istituzione dell’osservatorio regionale per i minori, dopo l’incarico nazionale arriva per l’assessore alle politiche sociali Marisa CHIURCO anche la nomina da parte dell’ANCI CALABRIA quale rappresentante regionale. Un risultato che premia l’impegno e gli sforzi messi in campo dall’Amministrazione Comunale in materia di accoglienza dei migranti e, in particolar modo, dei minori non accompagnati.

 - MAI PIÙ SOLI – pratiche di accoglienza a misura di ragazzo, VENERDÌ 13, alle ORE 10,30, nella Sala Rossa del Castello Ducale, la conferenza stampa di presentazione del progetto pilota che vede la Città di Corigliano, tra i pochi in Italia, ad essere stato approvato. All’incontro con gli operatori dell’informazione, utile ad illustrare la situazione della regione e a presentare le azioni che saranno intraprese, coordinati da Lenin MONTESANTO, interverranno oltre all’assessore CHIURCO, il Sindaco Giuseppe GERACI, il Coordinatore della Consulta MSNA – Ufficio del Garante Maurizio ALFANO, la referente territoriale dell’Associazione CIDIS Onlus Debora LAROCCA, il Direttore della Caritas Diocesana di Rossano Don Pino STRAFACE, un rappresentante per la Prefettura di Cosenza, Francesco SICILIA in  rappresentanza della ASGI e per il Tribunale dei Minori Maria Luisa FIORITO. Un ragazzo, una famiglia. Coinvolgimento della società civile e delle comunità locali. Collaborazione fra pubblico e privato sociale. Complementarietà e ottimizzazione delle risorse. Sostenibilità nel lungo periodo. – Sono, questi, alcuni dei principi del progetto ideato dall’associazione CIDIS Onlus insieme al Comune di Corigliano, REFUGEES WELCOME ITALIA Onlus, ASGI, Cooperativa NUOVO VILLAGGIO, il Comune di MUGNANO e un’ampia rete territoriale di intervento. Siamo convinti – dichiara la CHIURCO – che la vera accoglienza così come l’approccio all’integrazione possa passare dalla famiglia, nucleo del quale la maggior parte dei ragazzi giunti in Italia sono stati costretti a lasciare, tra sofferenza, disagi e rischi. Il progetto intende sperimentare pratiche di accoglienza integrate per ragazzi giunti in Italia senza la propria famiglia, con interventi differenziati per minorenni e per ragazzi nella fase di passaggio alla maggiore età. I minori stranieri arrivati in Italia soli presenti nelle strutture di accoglienza calabresi sono più di 1700, numero che qualifica la regione come la seconda nel Paese per ragazzi accolti. Si tratta perlopiù di adolescenti tra i 15 e i 17 anni provenienti principalmente da Gambia, Egitto, Albania, Eritrea, Somalia, Nigeria, Bangladesh e Mali. Anche se al momento sono in maggioranza ragazzi, il trend è quello di un progressivo abbassamento dell’età media e di un intensificarsi degli arrivi di ragazze e bambine.-

 


Commenti   

+1 #1 ZU Filippi 2017-10-12 16:35
Bravi..promuovete Convegni, manifestazioni, fate in modo che ne arrivino ancora di piu. Date loro vitto, alloggio, telefonini di ultima generazione, 35 euro al giorno e poi fateli bighellonare per tutta la Stazione a frotte di 15/20, oppure suduti su tutte le panchine dispobibili. Mo ditemi voi noi a questi "laindruni" li possiamo mantenere a vita? possiamo assicurare loro tutti questi privilegi mentre i nostri figli devono ffarsi le valige e partire? Ma in che cazzo di nazione viviamo? lo ripeto ancora: PRIMA GLI ITALIANI
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o RAZZISTI non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna

Eventi

Il Blog è anche su...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

 
 

 

che tempo che fa

giweather joomla module

Crediti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.